Vantaggi e svantaggi dell’e-commerce Creare un e-commerce presenta numerosi vantaggi, ma anche molte insidie che possono compromettere il successo di un business basato sulla vendita online

E-commerce: vantaggi e svantaggi

Hai una piccola impresa? Scopri come fare digital marketing in autonomia

 

Avviare un e-commerce presenta sicuramente una serie consistente di vantaggi, ma anche numerosi problemi che devono essere ben conosciuti se si vogliono ottenere risultati apprezzabili da questo tipo di business. Soprattutto le aziende più piccole devono fare molta attenzione a tutto ciò che può compromettere il successo di un sistema di vendite online, in modo da evitare di fare degli investimenti che non si trasformano in guadagni significativi.

Facciamo il punto sui principali vantaggi e svantaggi che caratterizzano il commercio elettronico per evidenziare i punti di forza e di debolezza di questo tipo di business.

 

Vantaggi dell’e-commerce

Gli e-commerce presentano una serie di vantaggi che in qualche caso rendono questa forma di vendita più conveniente di qualsiasi altra.

 

Costi di avviamento e manutenzione più bassi rispetto a quelli di un negozio fisico

Al di là del tipo di piattaforma che si decide di utilizzare, il costo rimane sempre più contenuto, per cui ottenere un ritorno sull’investimento apprezzabile è più facile e i rischi di perdite sono molto più bassi. Se si dispone già di un negozio fisico, aggiungere un e-commerce significa espandere il mercato con un costo che è soltanto di tipo tecnologico e gestionale, visto che il magazzino e lo stock di merce da vendere sono già caricati sulla gestione del business iniziale. Se si vuole testare il successo di un business di vendita online prima di fare degli investimenti più ponderosi, è possibile partire con un’affiliazione a un marketplace come Amazon e scegliere la modalità FBA, in modo da ridurre al massimo il lavoro di organizzazione e gestione del magazzino e potersi concentrare esclusivamente sul lavoro di proposta dei prodotti al pubblico della piattaforma.

 

Ampiezza del pubblico di clienti potenzialmente illimitata

Le uniche condizioni che escludono un cliente dal potere acquistare nell’e-commerce aziendale sono il non essere in target rispetto all’offerta e il non essere raggiungibile dal corriere che si incarica delle spedizioni. Un grande vantaggio è che il negozio online non ha orari di apertura e chiusura per cui un cliente può acquistare quando vuole assecondando liberamente le proprie esigenze personali. Ancora, non c’è un tetto massimo di clienti che la piattaforma online è in grado di assorbire ogni giorno: se il flusso di acquirenti cresce, si può aggiornare rapidissimamente l’impianto tecnologico per reggerlo senza difficoltà.

 

Automatizzazione di molte attività

Molte azioni possono essere automatizzate agevolando e semplificando il lavoro degli addetti. Per esempio si possono programmare dei chatbot che in molti casi sono in grado di rispondere in modo soddisfacente alle questioni poste dagli acquirenti acquisiti e potenziali. Oppure programmare il taglio delle spese di spedizione in automatico appena il cliente mette in carrello prodotti per un valore superiore a una certa soglia predefinita. O assegnare automaticamente uno sconto specifico quando il cliente effettua un certo tipo di acquisto.

 

Personalizzazione della vetrina online e dell’esperienza d’acquisto di ciascun cliente

In funzione di quello che il cliente ha visionato nella sua visita precedente al sito, il sistema può mostrare automaticamente alcuni prodotti più simili o complementari a quelli già tenuti in considerazioni o acquistati. Inoltre è possibile programmare delle azioni di comunicazione diretta, per esempio mediante email, che permettono di inviare dei messaggi attinenti a ciò che il cliente ha mostrato di apprezzare nel sito o ha già comprato.

 

Spazio informativo sui prodotti molto ampio

Ciascun prodotto può essere illustrato e mostrato fornendo informazioni molto più dettagliate ed estese rispetto a quelle che si possono avere in un punto vendita fisico. Inoltre si possono presentare demo, modalità di utilizzo del prodotto, opinioni degli utenti e recensioni, ecc. Questo permette al cliente di comprendere più a fondo il valore del prodotto e di fare un acquisto più consapevole e motivato.

 

Tracciamento più preciso del comportamento degli utenti

I sistemi statistici del sito permettono di rilevare e analizzare le visite e i percorsi degli utenti nel sito in modo da permettere di capire esattamente quali prodotti vengono apprezzati di più e di meno, quali pagine vengono visitate e cosa attrae di più l’attenzione, quali call to action risultano più efficaci, ecc. Tutte informazioni che correttamente studiate e interpretate danno modo di migliorare sempre più l’efficienza del sito e incrementare il flusso di vendite.

 

Svantaggi dell’e-commerce

Acquistare online impone al cliente una serie di limitazioni che rappresentano gli svantaggi più rilevanti di questo modello di vendita.

 

Impossibilità di toccare e testare direttamente il prodotto

Se la vendita riguarda prodotti non digitali o servizi, il cliente non avrà la possibilità di valutarlo nella sua fisicità. Settori merceologici come l’abbigliamento risultano particolarmente penalizzati perché l’acquirente non può provare gli articoli a cui è interessato, per cui le probabilità che possano essere resi è molto alta e la gestione di un numero elevato di restituzioni può costituire un costo non indifferente per l’azienda. In generale, l’impossibilità di visionare i prodotti concretamente costituisce una barriera all’acquisto molto alta.

 

Mancanza di contatto diretto con il personale dell’azienda

Uno dei più grossi problemi dell’e-commerce è l’impossibilità attuale di entrare in relazione personale con il cliente come è possibile fare in un negozio fisico, dove le persone che visitano il punto vendita possono essere approcciate dagli addetti alla vendita che possono indurli all’acquisto e ad avere un’esperienza positiva che li porta a fidelizzarsi. Sistemi di relazione in tempo reale come le chat implementate sul sito o delle linee dirette come un numero verde non bastano a rendere l’esperienza d’acquisto online equiparabile a quella che si svolge in un negozio fisico.

 

Rischio elevato che il cliente dia eccessiva importanza al prezzo

La facilità con cui gli utenti del web possono confrontare prodotti analoghi di marche diverse o venduti da negozi online diversi pone una competizione fortissima tra le aziende, che reagiscono proponendo forti sconti e occasioni di acquisto eccezionali. L’effetto è che molto frequentemente si innescano guerre dei prezzi con l’esito che i guadagni sono fortemente erosi o addirittura si rischia di vendere in perdita.

 

Forte dipendenza dalle azioni di marketing

Il successo di un e-commerce dipende fortemente dalle attività di marketing che lo sostengono, che rappresentano l’unico modo che possa portare un cliente a trovare il sito e i suoi prodotti. Per questo è imprescindibile associare alla gestione di un e-commerce delle azioni di marketing specifico, che implicano l’elaborazione di strategie valide e la loro esecuzione ottimale. Inoltre queste strategie comportano dei costi spesso considerevoli che vanno calcolati e dimensionati correttamente per evitare di soffocare gli utili dell’attività commerciale. Questo problema è più ingente nelle piccole imprese, che hanno fatturati più ridotti e quindi rischiano di non riuscire a recuperare gli investimenti.

 

Risultati economici molto spesso lenti ad arrivare

Un e-commerce raramente raggiunge quote di vendita elevate in tempi brevi. Il ritorno sull’investimento iniziale pertanto può richiedere attese lunghe, che le piccole imprese spesso non possono sostenere.

 

Questo insieme di vantaggi e svantaggi mette in risalto come l’e-commerce è sicuramente una grandissima opportunità per quasi tutte le aziende che vendono in ottica B2C, ma contemporaneamente che occorre un piano strategico molto ben strutturato per evitare il rischio di avviare un business che in tempi rapidi si rivela fallimentare. Valutare correttamente l’attrattività del mercato di riferimento e il ritorno sull’investimento che ci si può aspettare è imprescindibile. Per capire meglio se conviene avviare un e-commerce possiamo aiutarvi con la nostra consulenza strategica, in cui analizzeremo il vostro mercato, la concorrenza e le specifiche dei vostri prodotti e servizi per capire se aprire un e-commerce risulta un buon investimento e quali strategie attuare.

 

Chiedici subito una consulenza gratuita:
ti daremo i nostri suggerimenti su come migliorare
il tuo digital marketing e vendere di più.

Prenota subito una consulenza gratuita

 

https://www.communicationvillage.com/chi-siamo/

Fondatore e CEO – Marketing Manager. Creare progetti di comunicazione con un’attenzione costante al ritorno dell’investimento e alle opportunità del mercato: questo il denominatore comune delle mie attività professionali. La mia competenza poggia su una solida base culturale specifica orientata alla comprensione profonda dell’universo dei media e dei modelli di business legati alla comunicazione (laurea in Filosofia, seguita da un master di primo livello in Marketing Turistico e da un master internazionale di secondo livello in “Media Science and Technology” presso l’Istituto Universitario di Studi Superiori dell’Università di Pavia), affinata sia ricoprendo il ruolo di project manager nella realizzazione di siti web, sia attraverso una lunga serie di collaborazioni con aziende specializzate nella comunicazione e nel marketing online. Esperienze che mi hanno condotto anche a svolgere attività di consulenza e formazione nel campo del web marketing e successivamente del social media marketing. Oggi sono in grado di apportare un contributo decisivo al successo delle aziende, mettendo al loro servizio una solida esperienza sia nell’ideazione e gestione di progetti web innovativi e avanzati sia nell’elaborazione di strategie e soluzioni di digital marketing capaci di portare risultati concreti e misurabili alle aziende.

    Related posts

    Lascia un commento

    *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.