Vantaggi e svantaggi dell’e-commerce Creare un e-commerce dà grandi vantaggi a un'azienda che punta a espandere il proprio mercato o non vuole dipendere dai limiti di un negozio fisico. Ma vendere online presenta anche diversi svantaggi

Vantaggi e svantaggi di un e-commerce

Hai una piccola impresa? Scopri come fare digital marketing in autonomia

 

Creare un e-commerce dà il vantaggio a un’azienda di superare i limiti dei punti vendita fisici e dalle relazioni dirette con i clienti basate sul rapporto con un responsabile aziendale. Ma contemporaneamente aggiunge alcuni problemi e svantaggi che non si presentano nelle modalità di vendita tradizionali.

Stando ai dati rilevati nell’indagine dell’ISTAT Cittadini e ICT – Anno 2022, il 48,2% della popolazione di 14 anni e più ha usato Internet nei 12 mesi precedenti la rilevazione per fare acquisti online. Si tratta di una percentuale considerevole, che mette in chiara evidenza come le vendite online possono rappresentare un canale fondamentale nello sviluppo del business di un’azienda.

La stessa indagine aggiunge informazioni anche sulle categorie di prodotti che le persone tendono ad acquistare online.

 

Acquisti online e tipo di prodotti

 

Non c’è dubbio che per alcuni settori di mercato l’e-commerce costituisce un’opportunità straordinaria per incrementare i volumi di vendite.

In generale la realizzazione di un e-commerce apre prospettive rilevanti alle aziende, offrendo dei vantaggi indiscutibili. Ma in realtà non è tutto rose e fiori, ci sono anche una quantità di problematiche che le aziende che scelgono di vendere online devono valutare e affrontare. Facciamo chiarezza sui vantaggi e gli svantaggi legati alla realizzazione di un e-commerce.

 

VANTAGGI

Costo di creazione e gestione ridotto

Realizzare un sito per la vendita online ha un costo che in alcuni casi non è irrilevante, in particolare nei casi in cui si deve creare un sito che deve mostrare un catalogo di prodotti molto ampio e deve connettersi in modo specifico con un software gestionale di magazzino. Ciononostante, considerando i costi di apertura e gestione di un negozio fisico, quelli per un sito e-commerce sono molto più ridotti, rendendo molto più conveniente sul piano economico la vendita online rispetto a quella sul punto vendita fisico.

 

Mercato non limitato geograficamente

Vendere online significa abbattere qualsiasi barriera territoriale. Tramite internet è possibile raggiungere i propri clienti potenziali dovunque si trovino, a differenza dei negozi fisici che possono espletare le proprie vendite solo attraendo i clienti che si trovano nelle prossimità. Con apposite azioni di marketing è anche possibile scegliere su quali aree geografiche focalizzare maggiormente l’azione di vendita, scegliendole per esempio tra quelle che hanno una maggiore concentrazione di clienti effettivi. In questo modo è possibile massimizzare i risultati puntando proprio ai pubblici che mostrano di avere una propensione all’acquisto più forte.

 

Orari di apertura 24 ore su 24 e 7 giorni su 7

In un sito e-commerce un cliente può effettuare i suoi acquisti in qualsiasi momento senza limitazioni di orario. Naturalmente se un utente compra qualcosa in momenti della giornata in cui il personale dell’azienda non è al lavoro il suo ordine sarà gestito in tempi differiti, ma in ogni caso potrà effettuare correttamente l’ordine e il pagamento in qualsiasi istante. Questo permette di moltiplicare le occasioni in cui le persone possono effettuare un acquisto e quindi incrementare in modo cospicuo le prospettive di fatturato.

 

Facilità nel mettere in evidenza i prodotti più venduti o in sconto

Un sito e-commerce può mettere in evidenza in home page e in tutte le aree del sito più frequentate quali sono i prodotti più convenienti o più apprezzati del momento e quelli che l’azienda spinge di più. Inoltre è possibile correlare i prodotti tra loro, proponendo in fase di acquisto altri articoli complementari o comunque simili a quelli già scelti per indurre a effettuare acquisti più corposi. Si possono anche attuare promozioni specifiche dei prodotti che si vogliono spingere di più mediante azioni pubblicitarie online che puntano direttamente a fare comprare direttamente i prodotti.

 

Induzione di vendite dirette da altri canali e campagne di advertising immediatamente conversive

La pubblicità online consente di lanciare inserzioni che portano il cliente a visitare direttamente la pagina del sito e-commerce in cui si vende il prodotto oggetto dell’inserzione stessa. Uno dei grandi vantaggi dell’e-commerce è di potere portare i clienti ad acquistare direttamente in seguito alla promozione di un prodotto e controllare gli esiti delle campagne di advertising. In questo modo anche in siti esterni a quello aziendale – per esempio nei social media, in post realizzati su blog di autori terzi, in articoli pubblicati in altri siti, ecc. – è possibile introdurre dei link che conducono alle schede dei prodotti in cui si può immediatamente effettuare l’acquisto, realizzando subito la conversione.

 

Buone opportunità di fidelizzazione dei clienti e di creazione di un rapporto diretto che dura nel tempo

I clienti che acquistano in un sito e-commerce sono normalmente obbligati a lasciare un’email di riferimento, se non anche un numero di cellulare. In questo modo l’azienda, richiedendo correttamente l’autorizzazione del cliente, potrà iniziare a inviare regolarmente informazioni e segnalazioni di prodotti interessanti, creando un rapporto personale che al cliente può risultare gradito. In questo modo potrà anche offrire sconti e opportunità di acquisto esclusivi che si tradurranno in moltissimi casi in nuove vendite.

 

Informazioni molto precise sui clienti in riferimento agli acquisti effettuati e sui prodotti più richiesti

Le piattaforme e-commerce più evolute forniscono dati precisi sull’andamento delle vendite in riferimento anche a ciascun singolo cliente. Inoltre danno informazioni di vario genere sui prodotti più apprezzati, mettendo così l’azienda in condizione di capire in che direzione spingere maggiormente le proprie azioni promozionali per avere i migliori risultati. Le informazioni sui singoli clienti e sui loro comportamenti permettono poi di creare azioni mirate e specifiche di grande efficacia.

 

Adattabilità del business in funzione del volume d’affari

Un sito e-commerce non ha dimensioni prestabilite, a differenza di un negozio fisico. Per questa ragione, è possibile partire con un’installazione a basso costo e svilupparla nel tempo in funzione del maggiore o minore successo del business generato. Le infrastrutture tecnologiche di una piattaforma e-commerce possono essere modificate e arricchite a piacimento, per cui in relazione alle nuove esigenze che man mano si vanno definendo è possibile potenziarle in modo da puntare a nuovi obiettivi di business solo al momento in cui si è certi di ottenere un ritorno sull’investimento sicuro.

 

SVANTAGGI

Tecnologia del sito sempre aggiornata e di alto livello

La tecnologia di un sito è il corpo del sito stesso: per mantenerlo in forma si deve curare costantemente. In pratica, il sito deve essere seguito sempre con attenzione massima da parte di un tecnico, che deve ottimizzare sempre il complesso delle sue funzionalità e mantenere aggiornato il software e le tecnologie di hosting. Fondamentale quindi è scegliere un provider affidabile e contare su uno sviluppatore competente. Un problema tecnico, quando arriva, può compromettere l’intero sito e di conseguenza tutto il business.

 

Impossibilità di “toccare con mano” e testare i prodotti prima di acquistarli

Per un cliente spesso è imprescindibile valutare le caratteristiche di un prodotto guardando e toccando materialmente il prodotto stesso. Online ovviamente questo non è possibile, per cui il cliente deve accontentarsi di descrizioni, anche molto dettagliate, immagini e video. Anche le recensioni di altri clienti che hanno acquistato il prodotto sono importanti e aiutano a sostituire il test del prodotto effettuato in prima persona. Molti clienti risolvono il problema, quando il tipo di prodotto lo consente, facendo webrooming o showrooming, ossia recandosi su un punto vendita fisico che vende quel prodotto per valutarlo e decidere eventualmente di acquistarlo online sul sito e-commerce.

 

Concorrenza molto alta

Un negozio fisico che si trova in un determinato luogo compete direttamente con gli altri negozi che vendono prodotti analoghi che si trovano nella stessa zona. Un sito e-commerce compete con tutti gli altri e-commerce che vendono gli stessi articoli. Per questa ragione la concorrenza online è estremamente elevata e agguerritissima. Uno dei concorrenti più temibili è Amazon, che assorbe una percentuale altissima di transazioni. Molte aziende scelgono di affiliarsi ad Amazon proprio per beneficiare del pubblico che viene attratto da questo marketplace, ma va detto che questo tipo di affiliazione porta pochissimi vantaggi concreti alla visibilità del sito e-commerce aziendale.

 

Dialogo con i clienti limitato

Se da una parte è vero che si può creare un rapporto a lungo termine con i clienti acquisiti, è anche vero che per i clienti è più difficile entrare in relazione diretta con i responsabili dell’azienda. In un negozio fisico parlare con un addetto è facilissimo, online è più complicato e meno immediato. Per questo è indispensabile mostrare sempre al cliente quali sono i canali da usare per comunicare con le persone dell’azienda, per esempio un’email, un form di contatto o, meglio ancora, una chat installata direttamente nel sito. Ovviamente un addetto dell’azienda deve essere sempre pronto a rispondere a eventuali richieste di dialogo, altrimenti il rischio di perdere il potenziale cliente è altissimo.

 

Se il magazzino è condiviso con dei punti vendita fisici può essere complesso aggiornare la disponibilità in tempo reale

Se a creare l’e-commerce è un’azienda che ha anche uno o più punti vendita fisici e quindi dispone di uno o più magazzini condivisi, la gestione della disponibilità dei prodotti che viene dichiarata agli acquirenti che visitano il sito può essere complessa. Il cliente deve sapere se il prodotto che sta per comprare è immediatamente disponibile e in quanto tempo orientativamente verrà consegnato. Se il magazzino è condiviso con altri negozi fisici e un prodotto viene venduto in uno di questi senza aggiornare la disponibilità effettiva sul sito e-commerce si può rischiare di proporre come immediatamente consegnabile un prodotto che invece è esaurito. Per risolvere il problema è necessario implementare un software che connetta in modo quanto più rapido e regolare possibile il gestionale del magazzino con la piattaforma e-commerce.

 

Complessità nella gestione delle consegne

La perfetta gestione delle consegne dei prodotti acquistati è fondamentale. Un cliente che non riceve in tempi rapidi il prodotto, non riesce a tracciarne il percorso o si vede recapitare un pacco danneggiato attribuirà quasi sempre le responsabilità non al corriere ma all’azienda presso cui ha effettuato l’acquisto. Tenere sotto controllo le spedizioni e selezionare il corriere migliore, non solo per quanto riguarda il costo ma anche e soprattutto per l’affidabilità del servizio svolto, è indispensabile.

 

Il peso dei vantaggi e degli svantaggi relativi a un e-commerce dipende dalla capacità di gestione e organizzazione dell’azienda che lo crea. Per alcune imprese può risultare estremamente complessa la gestione del magazzino, per cui creare un e-commerce può diventare un incubo. Viceversa altre aziende possono avere una grande abilità nella gestione dei rapporti online con i clienti attuali e potenziali e quindi avere la capacità di massimizzare rapidamente le vendite.

In sostanza se si vuole creare un nuovo e-commerce o sviluppare quello esistente si può usare questa lista di svantaggi e svantaggi come checklist per capire quali problemi si devono risolvere e su quali punti di forza si deve fare leva. Sicuramente, alla base è sempre necessaria una strategia di marketing solida e strutturata per dare la massima visibilità al sito e-commerce e ai prodotti in vendita e massimizzare le conversioni e l’apprezzamento dei clienti.

 

Chiedici subito una consulenza gratuita:
ti daremo i nostri suggerimenti su come migliorare
il tuo digital marketing e vendere di più.

Prenota subito una consulenza gratuita

 

https://www.communicationvillage.com/chi-siamo/

Fondatore e CEO – Marketing Manager. Creare progetti di comunicazione con un’attenzione costante al ritorno dell’investimento e alle opportunità del mercato: questo il denominatore comune delle mie attività professionali. La mia competenza poggia su una solida base culturale specifica orientata alla comprensione profonda dell’universo dei media e dei modelli di business legati alla comunicazione (laurea in Filosofia, seguita da un master di primo livello in Marketing Turistico e da un master internazionale di secondo livello in “Media Science and Technology” presso l’Istituto Universitario di Studi Superiori dell’Università di Pavia), affinata sia ricoprendo il ruolo di project manager nella realizzazione di siti web, sia attraverso una lunga serie di collaborazioni con aziende specializzate nella comunicazione e nel marketing online. Esperienze che mi hanno condotto anche a svolgere attività di consulenza e formazione nel campo del web marketing e successivamente del social media marketing. Oggi sono in grado di apportare un contributo decisivo al successo delle aziende, mettendo al loro servizio una solida esperienza sia nell’ideazione e gestione di progetti web innovativi e avanzati sia nell’elaborazione di strategie e soluzioni di digital marketing capaci di portare risultati concreti e misurabili alle aziende.

    Lascia un commento

    *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.