I 6 fondamenti di ogni strategia efficace di marketing online - Blog di digital marketing e social media marketing di Communication Village

I 6 fondamenti di ogni strategia efficace di marketing online Qualsiasi strategia di marketing online per essere realmente efficace non può prescindere dall'includere queste 6 modalità operative

Strategie di marketing online efficaci
Consulenza gratuita di Digital Marketing di Communication Village

L’attuazione di una strategia di marketing online si compone di una serie di azioni e di linee operative che devono essere continuamente aggiornate. Gli strumenti, le piattaforme, le funzionalità disponibili in internet e nel web prendono continuamente nuove forme e creano nuove opportunità, quindi le tattiche e le operatività di comunicazione e marketing devono essere modificate di conseguenza per restare efficaci al massimo grado.

A ben vedere, però, ci sono delle modalità di digital marketing che non perdono la loro incisività e che devono sempre essere incluse in un piano strategico. Altre sono tornate d’attualità. Altre ancora sono diventate sempre più importanti e indispensabili.

In generale, ecco i 6 pilastri di una strategia di marketing online che devono sempre essere presenti.

 

Sito aziendale

Può sembrare scontato, ma senza dubbio il sito è il punto di partenza di qualsiasi strategia di marketing. Il sito è lo spazio proprietario di un’azienda nel web e non può essere sostituito da nessun account di qualsiasi social network.

Un buon sito deve essere descrittivo, affidabile, responsive, mobile-friendly e, se comprende una piattaforma e-commerce, deve essere capace di guidare in modo diretto e naturale gli utenti verso il completamento di un acquisto. Non c’è niente di peggio che navigare un sito web di un’azienda che non dichiara sin da subito di cosa si occupa e cosa offre ai consumatori o non permette agli utenti di orientarsi in modo immediato mentre stanno navigando tra le varie pagine dei prodotti.

Molte aziende continuano a mantenere un sito antiquato e poco funzionale, che comunica male il valore dell’impresa e porta i potenziali clienti a credere che l’azienda e i suoi prodotti siano scadenti. Aggiornare e migliorare regolarmente il sito web significa avere la certezza che il valore dell’azienda sia sempre ben percepito dal pubblico.

 

Blog

Il blog aziendale dà a un sito e all’intera comunicazione aziendale un valore aggiunto molto forte: promuove il brand, incentiva il dialogo con i consumatori, migliora l’intero comparto SEO. Poche aziende hanno la costanza di mantenere vivo il proprio blog pubblicando post in modo regolare, ma non si deve dimenticare che anche nell’era dei social network i contenuti più ampi e circostanziati continuano a essere fondamentali.

I post di un blog sono fondamentali per incrementare la percezione dell’autorevolezza e della competenza dell’impresa nel suo campo di attività. La condizione indispensabile è che i contenuti siano di qualità, coerenti con il piano di comunicazione online dell’azienda e capaci di toccare tematiche che possono essere realmente interessanti per gli acquirenti ideali dei prodotti o servizi proposti.

L’idea in più: postare propri articoli, come ospite, su altri siti web (guest post). In questo modo l’azienda potrà avvalersi di un nuovo pubblico giovando di una pubblicità di riflesso, che condurrà altri visitatori al proprio sito.

 

Social media marketing

Oggi una strategia di marketing non può essere considerata valida se non comprende azioni di social media marketing. Se ben sfruttati i canali social offrono l’opportunità di raggiungere un target straordinariamente specifico e definito in modo minuzioso.

I social media possono realmente fare la differenza nel mondo della pubblicità e del branding: i consumatori hanno cambiato il loro modo di comunicare e il successo planetario dei social network ne è la prova. La comunicazione nei social è molto diretta e personale, caratteristiche che consentono di aumentare il valore dei risultati delle strategie di marketing online e ottenere un ritorno sull’investimento molto consistente.

Ovviamente la comunicazione e il marketing nei social media non si improvvisa. Inoltre per dare benefici ha bisogno di tempi abbastanza lunghi. Per ottenere risultati importanti si deve articolare in modo strutturato e ben definito il piano di pubblicazione dei contenuti, avendo cura di adattare la comunicazione svolta a ciascun social media: non si pubblicano post in Facebook allo stesso modo in cui si fa in Instagram o in LinkedIn. La creazione di un buon piano di comunicazione nei social media è piuttosto complessa e comprende anche i tipi di relazione che si possono avviare con gli utenti che decidono di interagire con i post.

Per le imprese è sempre più importante avere figure interne capaci di gestire in prima persona in modo corretto e competente i vari social o di interagire con professionisti o agenzie esterne a cui è delegata la comunicazione nei social media. L’abilità del responsabile interno dell’azienda in questo caso sarà di interloquire bene con le risorse esterne per trasmettere correttamente i valori e lo spirito dell’azienda e passare spunti e informazioni utili per creare post sempre efficaci e interessanti.

 

Pubblicità a pagamento

Sperare di ottenere una grande visibilità solo sfruttando quella concessa gratuitamente dai vari social network o da Google è pura illusione. Quello che ormai è insindacabile è che le aziende devono investire una quota del loro budget di marketing in advertising, se vogliono raggiungere i loro pubblici online.

La difficoltà è nella scelta di quale canale usare per fare pubblicità: Facebook, Google Ads, Instagram sono quelli che attualmente producono gli esiti migliori, soprattutto quando il budget a disposizione è abbastanza limitato. Ma ci sono molti altri canali che non vanno ignorati e che possono risultare estremamente efficaci a seconda della tipologia di clienti che si vogliono raggiungere.

Va detto anche che negli anni le piattaforme di gestione dell’advertising online sono diventate sempre più potenti e complesse. Permettono di ottenere dei risultati eccellenti e di massimizzare il rapporto costo/risultato (in altri termini il ROA, return on advertising) di ciascuna campagna pubblicitaria. Per questa ragione la gestione delle strategie e delle azioni di advertising non può più essere improvvisata dalle aziende e deve essere affidata a persone interne specializzate e molto competenti o a specialisti esterni di comprovata abilità. In questo senso agenzie come Communication Village possono dare un contributo rilevante nella messa a punto di un piano strategico di digital marketing, in cui l’advertising è integrata in un quadro di sviluppo completo del digital marketing aziendale.

 

Email marketing

La scomparsa dell’email marketing è una leggenda metropolitana che da parecchi anni aleggia sul web, anche con l’avvento dei social media e delle loro opportunità. La realtà dei fatti però è diversa: quasi tutti possiedono almeno un indirizzo email, moltissimi hanno uno smartphone e le possibilità di controllare la propria posta elettronica ovunque e in qualsiasi momento si moltiplicano a livello esponenziale.

La semplicità con cui un’azienda può ottenere l’indirizzo email dei suoi clienti attuali e potenziali è ormai assodata (tramite form da compilare o applicazioni mobile per esempio).

La nascita delle tecnologie di email marketing automation ha portato a un grado superiore l’efficacia della comunicazione aziendale basata sulla posta elettronica, permettendo di inviare a ciascun iscritto a una mailing list contenuti differenti e mirati sulla base dei suoi reali interessi. In questo modo le probabilità di spingere gli utenti a un acquisto grazie a un’email sono diventate di gran lunga maggiori rispetto a quelle pensabili anche solo fino a un paio di anni fa.

Per queste ragioni non inserire l’email marketing in un piano ben strutturato di comunicazione aziendale online è assolutamente controproducente.

 

Video, in tutte le forme possibili

I video ormai sono diventati il contenuto più apprezzato e significativo del web. A determinarne il successo concorrono due fattori: la diffusione della connettività a larga banda che permette di diffondere video a elevata risoluzione e le tecnologie di ripresa video integrate negli smartphone più recenti, che consentono di creare video interessanti senza la necessità di dotarsi di apparecchiature costose che richiedono competenze tecniche avanzate.

Le aziende che impiegano i video nella loro comunicazione online possono dare di sé un’immagine di brand più solida e ragguardevole, ma soprattutto possono esprimere i propri contenuti in modo molto più diretto e coinvolgente.

Sostanzialmente ci sono diversi generi di video che le aziende possono realizzare.

  • I video narrativi, simili a dei brevi film (in alcuni casi sono dei veri e propri corti) che raccontano aspetti dell’azienda o danno valore al brand; questi video sono i più complessi, perché richiedono uno storyboard ben costruito, una buona qualità delle riprese e un montaggio audio/video molto attento e curato. Questi sono anche i video più costosi, che solitamente vengono affidati nella loro realizzazione ad agenzie specializzate.
  • I video personali, in cui una o più persone dell’azienda parlano dell’azienda, dei prodotti o approfondiscono tematiche particolari inerenti all’uso e ai vantaggi dei prodotti o servizi. In alcuni casi possono semplicemente affrontare argomenti specialistici attinenti alle competenze aziendali, in modo da aumentare la percezione dell’autorevolezza e del valore della cultura d’impresa. Questo tipo di video può anche prestarsi a delle sessioni in live streaming, anche nelle forme del webinar, diventando così un ottimo strumento per la generazione di contatti diretti con i potenziali clienti e per l’acquisizione nuovi lead.
  • Gli instant video, ossia quelli molto brevi (una decina di secondi) ma estremamente originali e particolari. Questi video solitamente vengono concepiti per una fruizione “usa e getta”, tipica delle Storie di Instagram (e di altri social media) o della pubblicazione in TikTok. Normalmente non richiedono particolari risorse tecniche per la loro realizzazione e possono essere creati anche con l’uso di piccole videocamere o anche con gli smartphone. L’essenziale è che comunichino qualcosa di significativo e fortemente caratterizzato: l’idea che anima il contenuto deve essere quanto più possibile brillante e fuori dall’ordinario.

 

Attuare queste (ed altre) azioni in modo corretto ed efficace non sempre è facile per un’azienda. Raramente infatti le piccole e medie imprese dispongono di risorse interne specializzate nella gestione del marketing online e molto spesso le attività di comunicazione di marketing basate su internet e il web vengono svolte in modo approssimativo e senza una vera strategia. In queste condizioni i risultati sono deludenti e finiscono per scoraggiare i responsabili aziendali fino a convincerli che il digital marketing non sia così efficace.

Niente di più sbagliato: il marketing online oggi è sempre più la forma di marketing più adatta alle PMI, per via di costi più abbordabili rispetto a quelli della comunicazione di marketing tradizionale, per la possibilità di controllare in modo dettagliato tutti i risultati e per l’opportunità di raggiungere i clienti attuali e potenziali in un modo estremamente mirato e specifico.

Il marketing online, se fatto bene, ha un ritorno sull’investimento altissimo e nel tempo produce risultati considerevoli nella maggior parte dei casi. Ovviamente però è necessario attuare una strategia ben articolata e perfettamente su misura dell’azienda e del suo business. Contemporaneamente si deve avere una grande abilità nell’effettuare sempre azioni realmente efficaci sfruttando al meglio tutte le opportunità di marketing online attualmente disponibili. Vuoi capire meglio come migliorare il digital marketing della tua impresa? Contattaci subito e richiedi una consulenza gratuita: analizzeremo le strategie attuate dalla tua impresa e ti indicheremo come migliorarle per ottenere risultati sempre più grandi.

Related posts

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top