4 tipi di email da inviare assolutamente dopo una vendita via e-commerce - Blog di web marketing e social media marketing di Communication Village

4 tipi di email da inviare assolutamente dopo una vendita via e-commerce Il successo di un e-commerce non dipende soltanto dalle vendite bensì dalle azioni compiute post vendita. Tra queste l'invio di email specifiche dopo l'acquisto

4 tipi di email da inviare assolutamente dopo una vendita via e-commerce

Le email post vendita di un prodotto avvenuta su un sito di e-commerce rivestono un ruolo molto importante. L’errore più grande che si può commettere è infatti pensare che le prove del successo di un negozio online possano essere rappresentate soltanto dalle vendite: l’acquisto di un prodotto o un servizio da parte di un cliente è soltanto la dimostrazione che è stata ottenuta una conversione, ma perché si possa parlare di vero successo occorre convincere l’utente a tornare, creando così una clientela fidelizzata.

In questo senso una campagna di email marketing accurata e ben congegnata può essere la soluzione. Ecco 4 tipi di email davvero irrinunciabili da inviare dopo avere registrato una vendita su un sito di e-commerce.

 

1. Email di conferma

Questa è l’email post vendita per eccellenza. Perché funzioni deve riassumere i dati dell’acquirente, le caratteristiche del prodotto acquistato, il prezzo, i dettagli di pagamento e della spedizione. La ragione principale per la quale questa è un’email davvero irrinunciabile è che è l’utente stesso ad aspettarsela: se dopo avere effettuato l’acquisto non dovesse arrivare, il cliente potrebbe risultare spaesato e non sapere di preciso come procedere. Invece bisogna fare in modo che si senta assistito anche dopo avere cliccato sul tasto “Compra” come lo era durante la navigazione e la scelta dei prodotti.

 

2. Email di invio dell’ordine

Confermare che l’ordine è andato a buon fine può non bastare, così è meglio prevedere almeno un’altra email nella quale si rincuora e si informa il cliente che l’ordine è stato effettuato e la merce è stata spedita. In questo senso potrebbe essere utile dotarsi di un corriere che consenta di rintracciare il pacco, in modo che l’utente possa controllarne l’andamento in ogni momento e avere informazioni precise sulla data di consegna prevista. Ovviamente le indicazioni su come seguire il percorso della spedizione vanno inserite nell’email.

 

3. Email di richiesta di una recensione

Uno dei metodi più efficaci per convincere un cliente a lasciare una recensione è proprio chiederla espressamente: è opportuno inviare questo tipo di email dopo qualche giorno (magari una settimana) rispetto all’arrivo della merce. Lo sappiamo, non sempre è facile convincere l’utente a lasciare un parere (specialmente quando è positivo) ma se si propongono degli incentivi si aumenteranno le probabilità di successo. A questo proposito si deve tenere presente però di non offrire mai direttamente delle somme in denaro: questa è una pratica che contraddistingue solo i siti poco seri e può addirittura risultare dannosa oltre che inutile. Invece possono essere apprezzabili dei buoni sconto sui prossimi acquisti o l’offerta di gadget da ritirare per esempio in un punto vendita.

4. Email con prodotti consigliati

Questo è il tipo di email adatta a convincere l’utente a effettuare un nuovo acquisto, ma perché possa dirsi efficace deve essere personalizzata. Si deve fare in modo, infatti, di non trasformarla in un semplice messaggio pubblicitario bensì in un consiglio confezionato su misura. A questo scopo si devono considerare i prodotti che l’utente ha acquistato in precedenza e consigliarne altri che completano e arricchiscono quello già in possesso dell’utente o altri ancora che rispecchiano verosimilmente le sue preferenze. In questo modo non solo si darà prova di interesse, ma si aumenteranno le probabilità che il nuovo acquisto vada a buon fine.

Related posts

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top