Come aumentare il numero di follower su Instagram - Blog di web marketing e social media marketing di Communication Village

Come aumentare il numero di follower su Instagram Qualche suggerimento su come aumentare i follower, ossia il bacino di utenti che ci seguono su Instagram

Come aumentare il numero di follower su Instagram

Come aumentare il numero di follower su Instagram? È questa la domanda che in molti si pongono e se state pensando che sia un problema che riguarda soltanto l’utente medio vi sbagliate di grosso. La verità è che anche le aziende hanno iniziato a intuire il potere di Instagram e hanno tutto l’interesse di potenziare la propria presenza sul social network; ovviamente sappiamo bene che un numero elevato di follower da solo non porta per forza risultati in termini di business, ma non possiamo non riconoscere che si tratta di una buona base di partenza.

Cerchiamo di scoprire, quindi, come aumentare il numero di follower su Instagram senza scorciatoie odiose e alla lunga deleterie come la compravendita, tanto diffusa in passato.

 

1. Uso sapiente degli hashtag

Gli hashtag su Instagram sono davvero il motore dell’intero meccanismo: il social network è stato pensato per ospitare fino a una trentina di hashtag e sebbene non sia il caso di sfruttare tutti i caratteri a disposizione è indubbio che il successo sulla piattaforma in termini di seguito passi anche da questo genere di azioni.

Prima di iniziare a postare, quindi, potrebbe essere utile condurre un’indagine sugli hashtag di tendenza e più utilizzati all’interno dell’ambito nel quale ci si vuole muovere, in modo da raggiungere gli utenti potenzialmente più interessati ai propri temi.

 

2. Fare rete con le altre aziende e gli influencer già presenti su Instagram

Un ottimo metodo per farsi notare è quello di stringere dei sodalizi con i brand e le aziende già conosciute e attive all’interno della piattaforma, in modo da riuscire a intercettare anche il loro bacino di utenza. Non stiamo parlando di competitor, bensì di aziende che trattano prodotti e servizi affini ai propri.

Allo stesso modo può risultare utile andare alla ricerca delle personalità più influenti: se si riuscirà ad attirare l’attenzione dell’influencer (o microinfluencer) giusto e a farlo appassionare alla nostra storia si potrà giovare di una visibilità e di un ritorno d’immagine senza pari.

 

3. Pubblicare immagini di qualità

Su Instagram ciò che deve attirare l’attenzione dell’utente al di là della didascalia della foto e degli hashtag sono le immagini. Tutte le immagini devono essere di qualità alta. Per ottenere ottimi risultati è bene riuscire a dotarsi di strumenti di editing delle immagini almeno semiprofessionali, così come coltivare delle competenze di grafica e di fotoritocco in modo da potere agire sulle immagini al fine di renderle più accattivanti.

Lo stesso Instagram mette a disposizione un certo numero di filtri da potere usare al fine di facilitare il lavoro anche dei meno esperti, ma da soli non possono fare miracoli: per avere successo occorre che la foto di partenza sia in ogni caso accurata e di qualità.

 

4. Avere successo su Instagram significa postare e partecipare

Per aumentare il numero di follower su Instagram occorre curare la propria presenza all’interno del social network, il che per molti si traduce soltanto nell’aggiornare il proprio account. La verità è che se davvero si ha intenzione di fare sul serio occorre partecipare alle discussioni che possono nascere su diversi temi e sui post di altri utenti.

Tramite commenti e citazioni riusciremo a farci notare: ci si deve ricordare sempre che i contenuti user generated sono sempre molto apprezzati online soprattutto se a riproporli sono aziende e marchi, in quanto testimoniano un’attenzione particolare nei riguardi dei propri clienti.

 

5. Menzionare utenti nei post

Pubblicare contenuti di spessore è indispensabile per guadagnare apprezzamenti in Instagram. Nei casi in cui si sa che un post è di valore si può menzionare qualche utente per attrarre la sua attenzione.

Nella didascalia basta inserire il simbolo @ seguito dalle iniziali del nick e Instagram mostrerà una lista di persone che possono essere menzionate. Quelle che troveranno interessante il post potrebbero diventare follower.

 

6. Tracciare i follow degli utenti

Quando si dà un follow a un utente questo riceve una notifica e spesso ricambia con un followback. Per cui per incrementare i propri follower una via maestra è quella di iniziare a propria volta a seguire quegli utenti che si vuole avere tra i propri fan.

Il problema è che se si seguono troppi utenti mentre sono pochi quelli che ricambiano si corre il rischio di avere un alto numero di following e un basso numero di follower, che non è molto positivo agli occhi del pubblico. Quando ci si accorge che un certo utente non ha dato il followback può essere vantaggioso smettere di seguirlo. Di contro se si riceve un follow da un utente in target conviene seguirlo a propria volta per consolidare il rapporto e ridurre il rischio di unfollow. In sostanza è opportuno monitorare continuamente il flusso di follower, usando per esempio delle applicazioni come Instfollowers o FollowerStats, che monitorano in tempo reale il comportamento degli utenti in relazione al proprio account e danno modo di gestire rapidamente i following, gli unfollow e i followback.

Related posts

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top