Come usare i video nel social media marketing: una guida in 4 punti - Blog di web marketing e social media marketing di Communication Village

Come usare i video nel social media marketing: una guida in 4 punti I video sono contenuti di sicuro successo anche nel social media marketing. Ecco una breve guida su come usarli al meglio

Video nel social media marketing

Chiedersi come usare i video nel social media marketing significa cercare un modo per sfruttare al meglio una delle tendenze più forti della comunicazione online nel 2019. I video infatti si stanno rivelando degli strumenti molto utili nel campo del marketing digitale e anche del social media marketing, tanto che i principali social network hanno implementato e continuano a sviluppare funzionalità sempre nuove per invogliare i creativi a caricarne e gli utenti a fruirne senza abbandonare le piattaforme stesse.

Tuttavia per avere successo non basta girare un video e poi caricarlo: occorre che ogni azione risponda a un piano ben preciso inserito in una strategia ben pensata e pianificata per il raggiungimento di obiettivi chiari e precisi e che tenga conto anche delle preferenze del proprio target di riferimento.

Ecco una breve guida in cui si illustrano 4 modi di sicuro successo per utilizzare i video all’interno di una strategia di social media marketing.

 

1. Ad ogni social media il suo video

Innanzitutto dobbiamo procedere alla scelta del video più adatto a seconda del social network di riferimento: così come ogni piattaforma ha il suo linguaggio, allo stesso modo non sempre un video adatto a Facebook può riscuotere lo stesso successo su Twitter. In quest’ultimo caso ad esempio sono da preferirsi contenuti brevi oltre a video in diretta, mentre il Social Blu vede molte meno restrizioni.

Su Instagram possiamo caricare video che non durino più di un minuto, a meno che non decidiamo di usare le Storie e allora il limite si abbassa a 10 secondi. In linea di massima meglio optare per video di intrattenimento e in grado di stupire, mentre se vogliamo creare contenuti più lunghi il social più adatto a noi sarebbe YouTube.

 

2. Raccontare delle storie

Possiamo sfruttare la comunicazione attraverso un video per mettere in atto la tecnica dello storytelling che consiste nell’utilizzo di immagini e parole per raccontare una storia e cercare di entrare in connessione anche emotiva con chi ci segue.

Possiamo decidere se puntare sull’umanizzazione del marchio o della nostra azienda oppure se trasformare l’ordinario in straordinario: l’importante è stupire e avvincere lo spettatore e spingerlo a guardare il nostro contenuto fino alla fine.

 

3. Rispondere alle domande e alla curiosità del pubblico

Per consacrare il proprio ruolo di esperti del settore si devono fornire oltre a contenuti di intrattenimento anche contenuti formativi e istruttivi. In tal senso si possono usare i video in diretta per condurre una sessione di domande e risposte, oppure girare delle video guide e tutorial per mostrare i benefici e gli usi dei propri prodotti e servizi.

Si può anche cercare di coinvolgere degli influencer e sfruttare l’occasione per mostrare cosa si cela dietro l’organizzazione di un evento oppure le persone che compongono la nostra azienda e sono responsabili dell’intero ciclo di produzione.

 

4. Video senza volume

Si deve tenere presente che i video sui social network iniziano sempre senza volume. Per questo conviene procedere alla creazione di un video che sia efficace sin dai primi istanti indipendentemente dal sonoro.

Un modo per ovviare a questa situazione è inserire dei sottotitoli o delle didascalie che diano un’idea di quel che accade anche se il video è muto.

Related posts

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top