Come fare un blog: 5 consigli utili di scrittura - Blog di web marketing e social media marketing di Communication Village

Come fare un blog: 5 consigli utili di scrittura Scrivere per un blog richiede impegno e capacità, ma anche pazienza e voglia di sperimentare. Ecco i nostri consigli di scrittura

Universo blog: consigli utili di scrittura

Chi ha le idee chiare su come fare un blog sa che al centro di tutto il lavoro c’è la capacità di scrivere regolarmente producendo contenuti interessanti. Ecco alcuni utili consigli di scrittura che possono aiutare chi tiene un blog a non impazzire e a ottenere risultati di valore impiegando al meglio le proprie energie.

Le caratteristiche che determinano il successo di un blog sono diverse. È chiaro: innanzitutto serve impegno, senza il quale i post non si producono. Di certo l’impegno deriva dalle proprie personali motivazioni e dalla passione per ciò che si sta facendo. Serve anche l’abilità, ossia una certa familiarità con le parole e i loro accostamenti. In sostanza, bisogna sapere scrivere, non in maniera eccellente e impeccabile – quello viene col tempo – ma per lo meno in maniera grammaticalmente corretta e comprensibile.

Detto questo, vi presentiamo alcuni consigli di scrittura che possono risultare davvero utili per le attività produttive richieste da un blog.

 

Scrivete anche se non avete le idee chiare

Spesso davanti alla pagina bianca del monitor si rimane bloccati. Si ha in mente un’idea, ma questa sembra lontana e offuscata dalla nebbia. Non preoccupatevi, è normale. Questo non deve bloccarvi con lo sguardo fisso sul PC. Piuttosto, cominciate a buttare giù le idee che avete per imperfette che siano. Infatti, scrivere aiuta a focalizzare i propri pensieri. Potrete tornare in un secondo momento su quelle frasi, risistemandole e rendendole migliori.

 

Datevi tempo

Scrivere non è un’attività che si sposa bene con la velocità. Serve tempo per focalizzare le idee, scriverle e editare i pezzi. Spesso infatti è necessario scrivere più versioni dello stesso testo. Le prime possono essere meno buone, le successive saranno di certo migliori. Quindi vi consigliamo di pianificare le vostre attività in tempo per non trovarvi con l’acqua alla gola.

 

Tenete un calendario editoriale

Proprio perché occorre tempo per scrivere contenuti di valore è opportuno pianificare il lavoro in modo sistematico. A questo scopo è utile tenere un calendario editoriale nel quale definire i contenuti da sviluppare in relazione al tempo da impiegare e alle giornate in cui svolgere l’attività di scrittura.

I content editor professionisti alle volte aggiornano più di un blog, perciò devono organizzare il loro tempo in modo rigoroso, per evitare di ritrovarsi con l’acqua alla gola nella produzione dei post e quindi peggiorandone la qualità.

 

Gli errori servono, a condizione di saperli correggere

Quando si scrive nell’impeto dell’idea che ha colpito la vostra mente, è normale commettere errori di diverso tipo. Non bisogna farne una tragedia, perché gli errori sono utili come il pane, diceva Rodari ne “Il libro degli errori”. Addirittura gli sbagli possono essere forieri di nuove idee, di suggerimenti prima nascosti, celati alla coscienza, ma presenti in qualche regione un po’ magica della mente. Il blogger professionista si distingue dal dilettante perché sa individuare gli sbagli ed è in grado di correggerli.

La cura del lavoro di editing è essenziale per fare assumere al vostro articolo una correttezza grammaticale, espressiva e formale. Se si scrive per un committente esterno bisogna sempre presentare un pezzo pronto per la pubblicazione da ogni punto di vista, per cui imparare a scovare i refusi ed eliminarli, così come essere capaci di migliorare il testo dal punto di vista stilistico sono doti imprescindibili per il buon blogger. Ma anche capire quali argomenti sono più stimolanti per i propri lettori, in modo da produrre contenuti di interesse sempre crescente.

 

Gestite al meglio la creatività e le idee

Al di là di qualsiasi abilità tecnica nello scrivere, quello che alla fine conta di più è la bontà dei contenuti proposti. Quando si scrive un post al mese trovare l’idea giusta è facile. Ma se si tiene un blog che punta ad avere popolarità si dovrebbe pubblicare se non proprio quotidianamente almeno due o tre volte alla settimana. A questo ritmo avere sempre temi da proporre non è facile. Per risolvere il problema è opportuno fare un brainstorming settimanale, nel quale fare il punto delle idee esistenti e svilupparne di nuove.

Un consiglio è quello di essere sempre pronti ad appuntare nuove idee: tenete sempre sotto mano una app in cui scrivere appunti – per esempio OneNote o Evernote – nella quale prendere nota di qualsiasi spunto che può servirvi a produrre un nuovo post.

 

Per le aziende tenere un blog è un investimento molto conveniente. Può permettere di migliorare il posizionamento SEO, di coinvolgere nuovi e vecchi clienti sui temi aziendali e mostrare le competenze professionali dell’impresa. Assumere una persona che si occupi di seguire la comunicazione online dell’azienda e sia specializzata nel content management può essere una scelta che nel tempo ripaga.

L’alternativa è quella di affidarsi a free lance o ad agenzie. In generale le agenzie sono in grado di sviluppare non solo il blog ma tutta la comunicazione online dell’impresa, con l’effetto di portare un apprezzabile incremento degli utili. Noi di Communication Village siamo specializzati nelle attività di content e in generale nel web marketing più evoluto e orientato allo sviluppo del mercato. Non esitare a contattarci se vuoi un supporto su come migliorare il tuo business online.

Related posts

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top