Lead generation: quali sono i lead magnet più efficaci? - Blog di web marketing e social media marketing di Communication Village

Lead generation: quali sono i lead magnet più efficaci? Come scegliere il giusto lead magnet per le vostre campagne di lead generation? Quali sono i più efficaci?

Lead generation: che tipo di Lead Magnet usare?

Scegliere il lead magnet più efficace è essenziale per il successo delle campagne di lead generation. Ma come trovare quello giusto? Per farlo bisogna conoscere quali sono le possibilità a disposizione e le caratteristiche di ogni offerta.

Come è nel nostro stile, non lasciamo nulla di incompreso e partiamo dalle basi.

 

Cosa significa lead generation?

Lead generation, letteralmente “Generazione di contatti”, è un’operatività che consente di creare una lista di possibili clienti, un elenco di contatti potenzialmente interessati ai nostri prodotti o servizi. Il senso della lead generation non è fine a se stesso. La creazione della lista di contatti, come ad esempio di una mailing list, serve a creare un canale di comunicazione privilegiato con una persona interessata alla nostra azienda.

 

Cosa è un Lead Magnet?

Un lead magnet è un’offerta gratuita che viene proposta ai possibili clienti in cambio di un loro contatto, che generalmente è l’indirizzo di posta elettronica. Ottenere l’email degli utenti interessati infatti non è semplice. Bisogna offrire qualcosa che sia attraente, utile, interessante per le persone che visitano ad esempio sito aziendale, convincendole a darci qualche loro dato.

I lead magnet che si possono creare sono molteplici. Ecco i principali.

 

Ebook o white paper

Un esempio di lead magnet è l’ebook. Si tratta di una risorsa completa, una sorta di piccolo manuale che contiene in sintesi tutti i contenuti più importanti riguardanti un dato argomento. Può essere un’offerta ghiotta per gli utenti che potranno scaricare un piccolo libro gratuitamente semplicemente dando il loro indirizzo di posta elettronica. Uno svantaggio che può riguardare questo tipo di lead magnet fa riferimento ai suoi tempi di produzione che possono essere lunghi.

L’alternativa più semplice da realizzare è il white paper, ossia un documento scaricabile (solitamente in formato PDF) dalle dimensioni ridotte in cui si affronta un argomento più specifico e circoscritto rispetto a quelli che normalmente si trattano negli ebook. Naturalmente un white paper ha un valore minore di un ebook, ma ha il vantaggio di focalizzarsi più precisamente su un unico tema e per questo può avere un forte valore agli occhi dell’utente. In altri casi i white paper propongono delle panoramiche introduttive e generali a un certo argomento e possono risultare molto interessanti a chi per la prima volta vuole approcciare una tematica specialistica.

 

Promozioni dedicate

Possono anche essere pensate delle promozioni particolari da dedicare a chi si iscrive alla newsletter di un sito. Può trattarsi di uno sconto, ad esempio. Per fare lead generation e ottenere una lista di contatti con cui intavolare una comunicazione efficace come quella realizzabile tramite l’email marketing automation, un sito e-commerce ad esempio potrebbe mettere in campo un lead magnet del genere, offrendo uno sconto in cambio del contatto email del visitatore. Un altro tipo di bonus può essere anche la spedizione gratuita: il cliente riceve un codice che inserito all’atto dell’acquisto di un prodotto online gli dà il diritto di azzerare le spese di spedizione. Ovviamente la proposta di questo tipo di opportunità deve essere ben vagliata dall’azienda, per evitare il rischio di vendere in perdita.

 

Podcast

È anche possibile offrire a quanti lasciano il proprio indirizzo email o un proprio contatto una serie di podcast da inviare con una certa cadenza. Può trattarsi ad esempio di piccoli corsi o lezioni da erogare a mezzo voce che possono risultare davvero efficaci.

 

Infografiche

Se avete realizzato un’infografica molto ampia e ricca di informazioni, piuttosto che pubblicarla direttamente online potreste offrirla al pubblico sotto forma di lead magnet. Potete presentarla come fosse un white paper, o inserirla in un articolo che accenna al suo contenuto, ma per scaricarlo l’utente avrà l’obbligo di lasciare i suoi dati di contatto.

 

Video

Anche i video si prestano bene a indurre le persone a concedere le proprie informazioni di contatto. Ovviamente non un video qualsiasi: si deve proporre un contenuto esclusivo, per esempio un tutorial su un particolare aspetto tecnico attinente alle competenze dell’azienda, dei modi di utilizzo particolare di un prodotto, delle interviste esclusive, ecc.

 

Cataloghi esclusivi

Se l’azienda oltre al catalogo ufficiale dei prodotti ha dei cataloghi particolari, con informazioni esclusive sui prodotti, immagini uniche, offerte particolari dedicate ai clienti più affezionati, può offrirli al pubblico in cambio di un’email.

 

Webinar gratuiti

Organizzare un webinar è un modo efficacissimo per stabilire un rapporto forte e solido con i partecipanti. In più permette dio fare una buona lead generation, perché l’iscrizione è subordinata al rilascio di un’email di contatto. Il successo di questo lead magnet è l’interesse del webinar, che deve essere realmente attrattivo per il pubblico a cui si mira.

 

Gadget e campioni gratuiti

Un’azienda che dispone di punti vendita fisici sul territorio può proporre ai suoi clienti di lasciare l’email in cambio di un codice che permette di ritirare un gadget in omaggio direttamente nel punto vendita. In questo caso con una fava si prendono due piccioni, per così dire: si ricava l’email del potenziale cliente e lo si invita ad andare nel negozio, cosa che in molti casi si trasforma in una vendita.

 

Tutte le forme di lead generation hanno senso solo al momento in cui l’azienda è in grado di sfruttare al meglio il tesoro di contatti accumulato. Significa sapere gestire le relazioni con i clienti in modo personale e attivo, facendo uso di sistemi capaci di personalizzare i contenuti dei messaggi inviati a ciascun utente e di renderli sempre più efficaci e interessanti nel tempo. Utilizzare software di marketing automation accoppiati a strategie di comunicazione specifiche per l’email marketing significa trasformare una lista di email in una quantità di clienti soddisfatti e inclini all’acquisto.

Noi di Communication Village possiamo aiutarti a sviluppare sia azioni sistematiche di raccolta di nuovi contatti, sia soprattutto nella strategia di comunicazione con i contatti acquisiti, in modo da portarli a consolidare e fidelizzare il rapporto con l’azienda e ad aumentare la frequenza di acquisti e il valore di ciascun acquisto. Contattaci: studieremo le specificità della tua azienda e dei tuoi prodotti e definiremo un piano capace di sviluppare il tuo business sfruttando al massimo i contatti già acquisiti.

Related posts

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top