3 ragioni per cui l'email marketing è necessario al marketing online - Blog di web marketing e social media marketing di Communication Village

3 ragioni per cui l’email marketing è necessario al marketing online In una strategia di marketing online non deve mai mancare l'email marketing. Ecco 3 ragioni che aiutano a capire perché

La solida essenzialità dell'email marketing nel web marketing liquido

L’email marketing è assolutamente necessario in una strategia di marketing online. Qualsiasi operatività introdotta nel piano strategico di digital marketing di un’azienda oggi deve puntare a un obiettivo: l’instaurazione di un rapporto quanto più diretto e personale possibile con il potenziale cliente. Dqa questo punto di vista non è un caso che il social media marketing abbia acquisito un peso così forte nel bouquet di attività strategiche che un’azienda può svolgere nel web: consente di aprire una relazione forte e dialettica con gli utenti dei social network, riuscendo a coinvolgere le persone in modo individuale e generando una partecipazione diretta nel dialogo con l’azienda.

L’email marketing per sua natura stabilisce proprio un tipo di dialogo one-to-one fra l’azienda e il cliente, dando seguito alle azioni di comunicazione di marketing svolte nel web e nei social media. Per questo motivo proprio questa forma di digital marketing completa e arricchisce una strategia completa ed efficace di marketing online, rinforzando o concludendo in modo positivo i flussi di comunicazione che l’azienda sviluppa con il suo pubblico.

Vediamo allora le 3 ragioni principali per le quali una strategia di digital marketing non può dirsi completa senza la presenza di una solida base di email marketing.

 

Perché l’email marketing è divenuto essenziale?

Il carattere essenziale dell’email marketing dipende da tre fattori principali. Il primo fa riferimento al fatto che tutti posseggono almeno una casella di posta elettronica: ogni categoria di internauta ne dispone e sa come usarlo. Il secondo punto fa riferimento al fatto che la casella di posta elettronica è un canale non solo professionale ma anche adatto a una comunicazione diretta e al tempo stesso discreta con i propri utenti. Il carattere vincente di questo canale di comunicazione sta proprio in questo: la non invasività che però non preclude la possibilità di un dialogo personale. Il terzo punto a favore della casella di posta elettronica discende dai primi due e fa riferimento alle aspettative degli utenti: gli internauti si aspettano dalle aziende una comunicazione via mail.

 

Differenze tra email marketing e DEM tradizionale

Le differenze tra email marketing e DEM tradizionale fanno riferimento alle modalità con cui le email sono inviate. Entrambi i modelli si basano sulla instaurazione di una comunicazione basata sulle email. Ma mentre nel DEM tradizionale l’invio avviene manualmente, nell’email marketing è reso possibile grazie a software di ultima generazione (come MailChimp, MailUp, ActiveCampaign, Mautic, Hubspot e altri ancora) che consentono di automatizzare i passaggi ripetitivi dell’invio accelerando di fatto le spedizioni. I software consentono anche di segmentare i nostri lead della mailing list in base a preferenze e abitudini per creare contenuti delle email sempre più rispondenti alle reali esigenze dei nostri utenti. Infatti i sistemi di learning machine consentono di immagazzinare enormi moli di dati sui visitatori del nostro sito.

 

Contenuti veicolati con le email

I contenuti che possono essere veicolati con le email sono diversi. Supponiamo ad esempio che un utente si sia iscritto tramite internet a un corso di cucina; questa persona attenderà la mail di conferma dell’iscrizione per sapere che la procedura è andata a buon fine (vedi drip marketing). Ma gli esempi sono molteplici: in seguito a qualsiasi operazione svolta sul web, l’utente attende la conferma via email. Ma non finisce qui. La relazione via email tra lead e azienda può iniziare anche nel negozio fisico in seguito al rilascio dell’indirizzo email da parte di un cliente che ha comprato dal vivo. La comunicazione con le email non si limita ad essere di tipo transazionale. Tramite email possono essere veicolati contenuti speciali come promozioni, white paper, video e iniziative di referral marketing. La cadenza di invio può essere stabilita dalle logiche del newslettering o può essere stabilita da un’intera campagna. Per quel che riguarda la creazione di una campagna, la pianificazione strategica è il primo passaggio dove si elabora lo schema di invio delle email che si chiama workflow in cui sono indicati contenuti e tempistiche di invio.

 

I software più sofisticati inoltre permettono di creare piani di email marketing automation, ossia invii di email pianificati sulla base dei comportamenti degli utenti in relazione alle email ricevute. In pratica il sistema rileva quali email ciascun utente della mailing list apprezza di più, valutando le email aperte e quelle nelle quali ha cliccato sui link inseriti (per esempio quelli che rimandano alla scheda di un prodotto sul sito aziendale). In questo modo si può capire quali argomenti interessano maggiormente ciascun utente e programmare invii di email sempre più vicini ai suoi reali interessi. Il risultato è ovvio: utenti sempre più interessati e coinvolti dai contenuti delle email ricevute. Nel tempo, progettando una serie di invii ampia e ben articolata, gli utenti troveranno occasioni sempre più stimolanti di acquistare prodotti che soddisfano i loro reali desideri e compiranno degli acquisti.

Se vuoi consigli su come integrare un piano di email marketing efficace nel marketing della tua azienda, contattaci quando vuoi! Possiamo aiutarti ad apprendere meglio il funzionamento dei software più recenti ed evoluti e ad applicarli alle esigenze di comunicazione della tua impresa. In alternativa possiamo svolgere tutto il lavoro per te, dalla creazione di tutte le email, alla gestione delle spedizioni con i software di email marketing automation più sofisticati, in modo da darti un significativo ritorno sull’investimento.

Related posts

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top