Come migliorare un sito e-commerce che non vende abbastanza - Blog di web marketing e social media marketing di Communication Village

Come migliorare un sito e-commerce che non vende abbastanza 3 consigli su come migliorare un sito di e-commerce che non vende bene e portarlo a ottenere prestazioni di valore

Come migliorare le prestazione di un sito e-commerce

Come migliorare un sito di e-commerce che non vende bene e portarlo a ottenere delle prestazioni eccellenti? Si tratta di un processo tutt’altro che banale in quanto racchiude due livelli di complessità: da un lato dobbiamo curare la creazione di un sito coerente, leggibile e gradevole in modo da attirare i visitatori e convincerli a restare. Dall’altro dobbiamo badare alla presentazione dei nostri prodotti e fare in modo che il processo di acquisto sia lineare e meno farraginoso possibile.

Da ciò consegue che, ancor prima di chiederci come aumentare il volume di traffico in entrata o come strutturare una strategia di content marketing al servizio del nostro e-commerce, ci siano una serie di interventi e situazioni preliminari cui dobbiamo badare per non lasciare niente al caso.

 

1. Ottimizzazione dell’intero sito

Come dicevamo, quando decidiamo di creare un sito di e-commerce non dobbiamo dimenticare innanzitutto che è un sito e quindi va curato sin nei minimi dettagli. Dobbiamo sincerarci di avere badato a tutto: dal design, al font, passando per i menu e la pagina contatti. Chi si imbatte nel nostro sito deve restare affascinato e incuriosito e noi dobbiamo costruirlo in modo tale da guidarlo passo passo nella scoperta di chi siamo e dei nostri prodotti.

Un modo per iniziare, ancor prima di optare per inserzioni a pagamento sui social network o tramite campagne PPC, è curare i contenuti in modo che contengano le parole chiave di riferimento per il mercato nel quale operiamo e per il nostro target di riferimento.

Non dimentichiamo poi che oggi la maggior parte degli accessi ai siti anche di e-commerce avviene da dispositivi mobile, in particolar modo da tablet: facciamo in modo quindi di verificare le funzionalità del nostro sito anche nella versione mobile, in modo da non dovere rinunciare a una grande fetta di clienti anche potenziali.

 

2. Qualità delle fotografie

Mancando l’esperienza in negozio, dobbiamo sincerarci di riservare la giusta attenzione alla scelta delle foto che ritraggono i nostri prodotti. Le fotografie devono essere sempre di grande qualità, perciò se non siamo in grado di produrre immagini eccellenti allora è una scelta obbligata investire una parte del budget nel lavoro di un fotografo professionista.

Una volta che avremo una quantità di foto buone, potremmo anche implementare sistemi che consentano di zoomare le immagini in modo da permettere agli utenti di vedere meglio i prodotti proposti. Va bene anche apportare qualche fotoritocco in modo da dare al prodotto un look più originale e stuzzicante, ma sempre senza esagerare, per evitare che la foto risulti artefatta.

 

3. Mettere in risalto il nostro valore e quello dei nostri prodotti

L’intero sito deve trasudare attenzione e cura per i dettagli in modo da convincere gli utenti a preferire noi e i nostri prodotti a quelli dei competitor. Sappiamo che un’arma vincente in questo caso può essere metterne in risalto i benefici, ma se vogliamo davvero aumentare le probabilità di successo dobbiamo puntare sul dimostrare il loro valore.

Attenzione quindi alle schede prodotto e a come presentiamo ciò che vendiamo: siamo tutti capaci di descriverne analiticamente le caratteristiche estetiche, ma ciò che dobbiamo fare è costruire una storia e un immaginario che emozionino il cliente e lo convincano ad acquistare.

Ricordiamo sempre che un cliente non compra quasi mai le caratteristiche tecniche, ma la soddisfazione dei suoi bisogni o l’appagamento dei suoi desideri. Poco importa entrare nei dettagli delle caratteristiche costruttive di un prodotto: la maggior parte dei clienti o non le capirà o comunque non sarà in grado di valutarle. Invece puntiamo a comunicare cosa si potrà fare con il prodotto una volta acquistato e come il prodotto risolve i problemi tipici di chi vorrebbe un oggetto o un servizio di quel genere.

Un asso nella manica in quest’ottica può essere rappresentato dalle recensioni dei clienti che già hanno provato i nostri prodotti e che quindi parleranno della loro esperienza d’uso. Qualora ci rendessimo conto che sono restii a lasciarne, ricordiamoci di prevedere l’invio di un’email post acquisto che richieda loro di lasciare un commento sulla propria esperienza. In generale, impiegare strumenti di contatto diretto con gli utenti può imprimere davvero un’accelerazione al successo del nostro sito di e-commerce e può dare davvero un risultato apprezzabile in termini di aumento di prestazioni e di traffico.

 

Per incrementare le vendite di un e-commerce occorre applicare delle tecniche di vendita specifiche per l’universo Web. Queste tecniche portano un maggiore coinvolgimento degli utenti, una diffusione più capillare ed estesa delle proposte di vendita del sito e una maggiore fidelizzazione dei clienti acquisiti. Il nostro corso Tecniche di Vendita nel Web spiega proprio queste tecniche e fornisce un quadro di competenze indispensabili per aumentare gli utili di un business online. Il corso si svolgerà a Milano il 16 luglio, a Bologna il 18 luglio e a Verona il 20 luglio. Per informazioni vai subito alla pagina dedicata al corso.

Related posts

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top