Come creare una mailing list in 3 tecniche - Blog di web marketing e social media marketing di Communication Village

Come creare una mailing list in 3 tecniche Come creare una mailing list? Ecco tre tecniche di reale efficacia

3 strategie per creare una mailing list

Conoscere le tecniche per creare una mailing list può essere il punto di partenza per allestire relazioni di qualità e spingere concretamente gli utenti agli acquisti. Possedere l’indirizzo email di potenziali clienti può essere di grande vantaggio per comunicare in maniera professionale e diretta con gli utenti, con l’effetto di costruire delle relazioni solide e durature che nel tempo si trasformeranno in un flusso costante di vendite.

Ad oggi il numero di account di email supera la cifra dei 4 miliardi: con questi numeri è chiaro che rinunciare a questo canale di comunicazione con il pubblico significa la perdita di un’occasione estremamente ghiotta per raggiungere i clienti e mettere in campo una comunicazione incisiva ed efficace.

In passato, la casella di posta elettronica è stata bombardata da numerosissimi messaggi, la maggior parte dei quali non graditi né richiesti. In maniera del tutto non funzionale, molti marchi erano soliti inviare a pioggia contenuti a tutti i contatti che possedevano. Spesso gli indirizzi email venivano ottenuti senza una chiara dichiarazione dell’utente della volontà di ricevere quel tipo di contenuto. A prescindere dal fatto che fosse interessato o meno, il proprietario di un generico account email riceveva ugualmente la medesima comunicazione di tutti gli altri, finendo per etichettare spesso le mail ricevute come ‘spam’.

Oggi la situazione è cambiata. Grazie agli strumenti di marketing automation, la mail è divenuta uno strumento di comunicazione personalizzata: un generico utente riceverà una mail con contenuti pensati appositamente per lui.

Oltre a questo, bisogna prestare particolare attenzione alle tecniche da adottare per creare una mailing list, ossia per avere una lista di contatti di persone che volontariamente hanno deciso di lasciare il proprio indirizzo email per ricevere comunicazioni privilegiate dall’azienda.

Va assolutamente evitato l’acquisto di mailing list precompilate, poiché i contatti degli utenti che contengono probabilmente non saranno in target, né interessati ai servizi o prodotti dell’azienda e in qualche caso potranno perfino segnalarla come spammer.

Ecco come creare una mailing list applicando 3 tecniche molto efficaci.

 

1. Ingolosire gli utenti

Per fare in modo che un utente sia convinto a rilasciare il proprio indirizzo email, bisogna ingolosirlo, offrendogli qualcosa che per lui sia di grande valore. I doni da offrire potrebbero consistere in ebook, sconti sui prodotti, podcast e altro ancora. Anche la classica iscrizione alla newsletter può costituire un valore aggiunto capace di ingolosire gli utenti, se ben fatta. Se per esempio, oltre ad informare i lead delle ultime pubblicazioni sul blog del sito aziendale o della presenza di promozioni, si inseriscono nella newsletter contenuti esclusivi, promozioni dedicate, informazioni date in esclusiva, si potranno ottenere grandi vantaggi perché gli iscritti capiranno quanto l’azienda tiene al rapporto che hanno deciso di instaurare con lei.

 

2. Semplificare il processo di registrazione

Fatto banale, ma di grande importanza è quello di rendere agevole la sottoscrizione di una iscrizione e il rilascio del proprio indirizzo mail. È bene che il form sia visibile, semplice, chiaro e veloce. Altrimenti il rischio è che i visitatori del sito non si accorgeranno nemmeno dell’esistenza della possibilità di sottoscrivere l’iscrizione alla newsletter. Mettere in chiara evidenza in più parti del sito l’opportunità e i vantaggi dell’iscrizione alla mailing list significa aumentare enormemente le iscrizioni, perché ogni utente che lo visita ha molte più occasioni per convincersi a lasciare i propri dati.

 

3. Rendere agevoli le iscrizioni da mobile

La user experience è di fondamentale importanza per convincere l’utente a effettuare un’iscrizione. La massificazione dell’utilizzo dei dispositivi mobile rende necessaria l’ottimizzazione della fruizione del proprio sito anche da smartphone e tablet. Così per la sottoscrizione di una iscrizione bisogna che anche da mobile sia semplice e agevole.

Related posts

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Top