Come riconoscere i contenuti di qualità? - Blog di web marketing e social media marketing di Communication Village

Come riconoscere i contenuti di qualità? 4 tratti da tenere sotto controllo per distinguere e creare contenuti di qualità quando si fa content marketing

Come riconoscere i contenuti di qualità?

Riconoscere e distinguere i contenuti di qualità da quelli meno efficaci è fondamentale per chiunque cerchi di pubblicizzare i propri prodotti e servizi, anche sul web. Oggi affidare il proprio messaggio a dei professionisti è vitale per riuscire a superare la concorrenza e farsi notare dal proprio target di riferimento; ma qualora non poteste avvalervi dell’aiuto di un vero esperto del settore è bene avere presente quali sono le caratteristiche di un contenuto di qualità degno di questo nome. In questo modo potrete lavorare e procedere in maniera critica anche se il creatore in questione foste voi stessi. Inoltre potrete giudicare l’operato di chi svolge il lavoro al posto vostro e avere sempre sotto controllo la situazione.

Come fare quindi a riconoscere e distinguere se un contenuto è davvero di qualità? Attraverso questi 4 tratti distintivi.

 

1. Alti livelli di engagement

Un contenuto per essere definito di qualità deve essere percepito come tale dal proprio pubblico di riferimento. Scrivere post e articoli fini a se stessi senza ricevere una risposta dal cliente finale non ha senso: potreste anche esservi affidati a un premio Pulitzer, ma se non sarete riusciti a suscitare nemmeno una reazione sul vostro target non avrete ottenuto nulla. Certo, prima di giungere a una simile conclusione bisogna avere agito in modo che il contenuto in questione raggiunga il pubblico per il quale è stato pensato; ma se nemmeno dopo la diffusione sarete riusciti a cavare un ragno dal buco per quanto riguarda l’engagement allora dovreste iniziare a metterne in dubbio la qualità.

 

2. Sono ben posizionati sui motori di ricerca

Un articolo, una pagina di un sito o un post reperibili sui motori di ricerca non hanno bisogno di molti altri test per essere definiti di qualità. Se infatti Google e compagni si sono presi la briga di mostrarlo nelle prime posizioni della SERP sicuramente il lavoro svolto è nella direzione giusta. Sono molteplici i fattori di posizionamento, ma anche in virtù della grande produzione di contenuti nonostante i tanti sforzi, spesso riuscire nell’impresa è più difficile del previsto e ottenere un simile risultato è garanzia di qualità.

 

3. Possono essere usati per strategie multicanale

Un contenuto creato in maniera coerente e focalizzata con gli obiettivi e l’immagine che l’azienda intende trasmettere al consumatore finale potrà essere utilizzato e diffuso attraverso qualsiasi piattaforma. La creazione di una strategia di marketing (anche digitale) multicanale è assolutamente consigliabile per massimizzare la portata del proprio messaggio, ma se per ogni piattaforma e medium sarete costretti a confezionare un articolo o un post ad hoc ricominciando tutto da capo forse il contenuto in questione non è poi così adatto allo scopo.

 

4. I contenuti di qualità aiutano le aziende a raggiungere i propri obiettivi

Infine, la metrica che riuscirà a distinguere e individuare contenuti che siano davvero di qualità è quella che si riferisce agli obiettivi raggiunti grazie ai contenuti in questione. Se, infatti, dovessero presentarsi tutte le caratteristiche precedenti e dovesse mancare questa sareste costretti a rivedere l’intera strategia dall’inizio, pena una ulteriore perdita di tempo e di denaro.

Related posts

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top