Video marketing: come creare video coinvolgenti per i social media Nell'epoca del video marketing, è molto importante sapere come creare video coinvolgenti adatti al contesto dei social media. Ecco alcuni suggerimenti

Video marketing: come creare video coinvolgenti per i social media

Hai una piccola impresa? Scopri come fare digital marketing in autonomia

 

Negli ultimi anni uno dei trend più affermati del web marketing è l’utilizzo dei video per creare contenuti coinvolgenti, che possano innescare meccanismi virali di condivisione. In particolare sapere creare questo tipo di contenuti visual per i social media risulta importante ai fini di un video marketing di successo.

Quello che ha portato alla progressiva escalation della pubblicazione di video è stato un percorso graduale. Negli anni, la loro presenza è cresciuta sino a prendere il predominio dei principali social network. Ragione di questo successo è la loro estrema facilità di fruizione che ben si adatta alla rapidità della visione dei contenuti sui social, in particolare da dispositivi mobile.

È chiaro però che non basta creare un video per avere immediato e sicuro successo in termini di visibilità. Perché un contenuto video riesca a coinvolgere il maggior numero di utenti possibile sui social è necessario rispettare alcuni criteri e fare attenzione a certi particolari.

 

Conoscere le ragioni del successo di un video

Le ragioni del successo di un video in termini di numero di visualizzazioni, di commenti e di condivisioni sono espressione di certe caratteristiche quali la capacità di incuriosire che spinge l’utente a cliccare play e l’abilità nel mantenere alta l’attenzione dello spettatore fino alla fine. Per fare in modo che un video venga condiviso, è necessario che l’utente trovi beneficio nel farlo, riuscendo a ottenere un ritorno in termini di apprezzamento da parte dei suoi amici. Se riusciamo a comprendere le ragioni per cui i nostri video di maggior successo hanno ottenuto tanti consensi potremo riuscire a produrne altri con caratteristiche simili, che con buone probabilità riscuoteranno lo stesso successo.

 

  Aumentare le vendite nelle feste di Natale
 
Corso per aziende

COME AUMENTARE LE VENDITE NELLE FESTE DI NATALE CON I SOCIAL MEDIA E GOOGLE

6 ore di formazione a distanza - 30 novembre e 1 dicembre
Ultime iscrizioni last minute, risparmi il 30%!

Voglio saperne di più

 

Produrre video brevi

I video più lunghi perderanno di certo spettatori nel corso della visione. I video con una durata molto estesa riescono a ottenere livelli di coinvolgimento più bassi rispetto a quelli più brevi. In media, nella maggior parte delle piattaforme social la durata ottimale è di circa un minuto. Anche i video brevissimi, di 15 secondi, possono risultare molto graditi agli utenti.

 

Focalizzare il messaggio del video

Dato che per ottenere maggiore coinvolgimento è necessario creare un video breve, l’individuazione del messaggio che si intende mandare è fondamentale. Non si possono scegliere molteplici temi, altrimenti lo spettatore non capirà il senso del video. Meglio focalizzarsi su un unico messaggio e presentarlo in maniera accattivante.

 

Fare attenzione ai primi 7 secondi del video

Sono i primi sette secondi del video a determinare se un utente continuerà a vederlo o deciderà di abbandonarlo. Quindi la prima manciata di secondi del nostro contenuto deve essere preparata con particolare cura. In quel lasso di tempo è necessario riuscire a comunicare il messaggio che si intende dare e a ingolosire l’utente in merito al prosieguo della visione.

 

Inserire call to action nel video

Le call to action si usano per invitare gli utenti a una determinata azione. Possono essere impiegate anche nel video per spingere gli spettatori a condividere e commentare.

 

Raccontare delle storie

Una carta vincente per rendere coinvolgente un video è quella di comunicare il messaggio attraverso una storia, con il racconto della risoluzione di un particolare conflitto. Grazie alla storia l’aspetto emozionale sarà più presente, riuscendo a ispirare e a toccare nel profondo l’utente spingendolo alla condivisione e all’interazione.

Related posts

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.