Come migliorare i risultati di un blog grazie alla formattazione del testo - Blog di web marketing e social media marketing di Communication Village

Come migliorare i risultati di un blog grazie alla formattazione del testo In 4 punti le indicazioni essenziali per formattare il post di un blog nella maniera corretta rendendolo così più leggibile

Come migliorare i risultati di un blog grazie alla formattazione del testo

Se il nostro intento è quello di migliore i risultati di un blog non ci sono dubbi che una delle cose da controllare sia la formattazione del testo: un post poco o per niente leggibile farà precipitare inevitabilmente i livelli di interesse nei lettori, anche potenziali.

Vista la grande offerta di siti ricchi di notizie e articoli, è vitale guadagnarsi immediatamente l’attenzione del visitatore e se da un lato è fondamentale veicolare contenuti interessanti e di qualità è importante anche fare in modo che la formattazione del testo non rappresenti un ostacolo.

Riuscire a presentare i propri contenuti nella maniera corretta è uno dei compiti di chi scrive contenuti per professione, in quanto la sola esposizione chiara e scorrevole degli argomenti, da sola, online non basta. Come fare quindi a migliorare i risultati di un blog grazie alla formattazione del testo?

 

1. Dividere il testo in paragrafi

Non ci sono dubbi che un testo diviso in paragrafi (meglio se brevi) risulti più gradevole e di semplice approccio rispetto a uno che appaia come un unico blocco. La scelta migliore poi è quella non solo di usare nella maniera corretta gli spazi in modo che il contenuto risulti più arioso, ma anche dare un titolo a ogni paragrafo. In questo modo daremo al lettore una prima idea di massima dell’argomento e del taglio che abbiamo scelto e proseguire nella lettura sarà più semplice e piacevole.

 

2. Usare il grassetto

L’uso del grassetto è utile per instradare il visitatore nella lettura e sottolineare quali sono i passaggi importanti. A questo proposito è utile precisare che piuttosto che focalizzarsi su una parola ogni tanto è più utile evidenziare intere porzioni di testo. In questo modo avremo preso due piccioni con una fava: da un lato faremo in modo che il concetto sia più chiaro, dall’altro aiuteremo l’articolo a posizionarsi per determinate parole chiave sui motori di ricerca. Google e compagni infatti oltre a titolo, immagini e sottotitolo scandagliano il testo alla ricerca di eventuali incongruenze e l’uso intelligente del grassetto aiuta a velocizzare proprio questo processo. Va detto però che alcune sperimentazioni recenti hanno riscontrato che le ultime versioni dell’algoritmo sono meno sensibili a valorizzare le parole evidenziate in questo modo. Con ogni probabilità in futuro l’uso del grassetto per evidenziare parole chiave ai fini SEO non avrà più nessuna importanza, ma attualmente sembra che continui ancora ad avere un suo peso.

 

3. Utilizzare liste ed elenchi puntati

Non ci sono dubbi che un’esposizione schematica di un argomento è molto più leggibile e semplice da processare rispetto a un testo unico. Per questa ragione possiamo e dobbiamo assolutamente usare le liste e gli elenchi puntati; questi possono essere sfruttati sia all’interno dei paragrafi al fine di rendere più chiaro un concetto, sia per rappresentare i paragrafi. Se si tratta di una guida o di una trattazione ampia, la divisione in punti consecutivi aiuterà il lettore a non perdersi e a memorizzare quanto letto più velocemente.

 

4. La scelta del font

Infine non c’è dubbio che un ruolo non indifferente per la leggibilità e il successo di un post di un blog lo abbia la scelta del font. Purtroppo non esiste in questo senso una scelta più corretta delle altre: da evitare, per quanto ovvio, sono quei font in stile cartoon o con eccessivi manierismi; invece è più utile scegliere un carattere che sia decodificato nella maniera corretta da tutti i browser al fine di non inficiare in alcun modo la user experience dei visitatori.

Related posts

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top