Come e perché fare un piano strategico nel content marketing - Blog di Communication Village

Come e perché fare un piano strategico nel content marketing Perché l'allestimento di un piano strategico è di fondamentale importanza per un content marketing efficace e di successo?

L'importanza del piano strategico nel content marketing

Ogni buon content manager deve avere chiara la risposta alla domanda: come e perché fare un piano strategico nel content marketing? Per il content marketing l’allestimento di un piano strategico infatti è di primaria importanza. Creare contenuti per il web può essere un’attività piacevole e molto divertente, ma se la scrittura deve essere finalizzata a offrire un contributo alla variegata arte del marketing online la semplice creatività non basta. Non è sufficiente digitare caratteri a caso e dare forma a idee fantasiose per riempire il famigerato foglio bianco sul monitor, ma serve necessariamente un piano, un lavoro preliminare che preceda la fase di scrittura vera e propria.

È chiaro che la condizione preliminare per il successo dell’attività di content marketing è essere veramente esperti di scrittura, ma non basta: è indispensabile avere delle buone competenze di marketing. La produzione di contenuti efficace, quando è inserita in un contesto di comunicazione d’impresa, deve avere come fine ultimo l’aumento delle vendite, diretto o indiretto, per cui è necessario possedere anche una conoscenza ottimale delle migliori logiche di marketing che permettono di discernere le idee buone da quelle cattive e orientano alla costruzione di pezzi veramente utili ed efficaci per la comunicazione d’azienda.

Un’indagine compiuta da SiriusDecisions mette in rilievo come il 65% dei contenuti prodotti per un marchio non riesce a funzionare o perché non riesce a raggiungere il pubblico in target o perché è di scarsa qualità, proprio in virtù dell’assenza di un adeguato piano strategico di marketing retrostante.

A ulteriore sostegno di questa tesi è l’indagine compiuta da Contently Survey nel 2017: il 98% dei content marketer afferma che disporre di un piano strategico per la creazione dei contenuti è assolutamente determinante per il raggiungimento degli obiettivi. Uno degli aspetti fondamentali della creazione di una pianificazione preliminare è che sia condivisa e visibile da ogni membro del team di marketing, per implementare un’azione integrata tra le diverse attività di web marketing messe in campo. È stato osservato che il piano di comunicazione per il content risulta imprescindibile sia nel B2B marketing che nel B2C.

Come fare un piano strategico di content marketing? Vediamo quali sono i punti più importanti.

 

Identificare il target

Individuare il giusto pubblico cui ci si riferisce e creare la cosiddetta buyer persona, ossia il possibile cliente tipo di cui conoscere pressapoco età, livello di istruzione, località di residenza, interessi principali e altri tratti distintivi che lo identificano.

 

Cercare lo stile più adatto

Lo stile della comunicazione non è sempre lo stesso, piuttosto è fluido, dinamico, cangiante come la pelle di un camaleonte che deve adattarsi al diverso tipo di lettore. Scrivere per una persona di più di 50 anni richiede uno stile diverso rispetto a quello da adottare nella comunicazione rivolta a un ventenne.

 

Scegliere le piattaforme in cui lavorare

Può trattarsi della scrittura dei post del blog oppure di lanci e contenuti per i social come Facebook, Twitter o altro ancora. In ogni caso bisogna considerare che ogni piattaforma ha le sue particolari regole di comunicazione, che bisogna conoscere a fondo per adattare al meglio la forma espressiva alle abitudini di fruizione di contenuti tipiche degli utenti di ciascun sito o social network.

 

Focalizzare gli obiettivi da raggiungere

A seconda degli obiettivi che si desidera raggiungere la scrittura verrà articolata in maniera diversa, con contenuti che possono variare dalla promozione dei prodotti, al racconto della storia del marchio ed altro ancora. L’essenziale è avere le idee chiare su che tipo di pezzo o contenuto si sta scrivendo prima di iniziare a redigerlo.

 

Individuare i temi fondamentali

Conoscere quali siano gli argomenti principali che caratterizzano il marchio da promuovere è fondamentale per sapere cosa scrivere. I copywriter e i redattori più esperti sanno bene che prima di iniziare a lavorare alla produzione di contenuti per un’azienda devono conoscere il più possibile sulle sue caratteristiche e le sue specificità. Lo scopo è trovare quei tratti distintivi che la distinguono da tutte le altre e permettono di creare una comunicazione basata su contenuti originali. Se questi tratti non sono chiari, il content manager deve confrontarsi con i responsabili dell’azienda cliente o con gli account della propria agenzia per avere più informazioni sul brand e i suoi prodotti. Inoltre deve sapere bene quale strategia di marketing e comunicazione l’impresa ha deciso di attuare, in modo da essere perfettamente coerente.

 

Ricerca delle parole chiave SEO più adatte

Una volta raccolte le parole chiave più adatte, è necessario lavorare su di esse per fare in modo che gli utenti nel digitarle trovino agevolmente il marchio in questione.

 

Bisogna dunque tenere conto che la creazione dei contenuti in un contesto di content marketing ha valore solo se dà modo di raggiungere i traguardi prefissati, che possono essere la lead generation, la brand awareness o un aumento del numero delle vendite. Scrivere contenuti che non sono ben centrati sugli obiettivi di marketing significa sprecare tempo, risorse e soldi.

Related posts

*

Top