Come diventare influencer nel web: mini guida in 7 punti - Blog di web marketing e social media marketing di Communication Village

Come diventare influencer nel web: mini guida in 7 punti In una mini guida in sette punti le strategie, le tattiche e le attività più importanti da svolgere per capire come diventare web influencer rispettati e seguiti

Come diventare influencer nel web

Sono sempre più numerose le persone che vogliono sapere come diventare un influencer nel web. È facile capire perché: pensano che gli influencer affermati siano in grado di guadagnare tanto con uno sforzo ridotto, che abbiano una popolarità che gli permetta di avere facilmente rapporti con sponsor e aziende disposte a pagarli, e che siano sempre apprezzati in tutto quello che fanno, con grande vantaggio per la propria autostima.

Se si aggiunge anche che le aziende stanno iniziando a rendersi conto che l’influencer marketing è una delle forme di comunicazione di marketing online più valide per raggiungere in modo convincente larghe fette di consumatori, e che quindi intorno agli influencer girano molti investimenti, il quadro è completo: diventare influencer è diventato uno degli obiettivi più ambiti degli utenti più attivi del web.

Ma come diventare influencer importanti? Davvero si guadagna senza grandi sforzi? Certo è che gli influencer più affermati possono guadagnare somme ingenti – anche se gli influencer che si sono arricchiti davvero in Italia si contano sulle punte delle dita… – ma non senza un forte impegno e una dedizione costante.

Ecco allora una mini guida in sette punti di strategie, tattiche e attività da svolgere per riuscire a diventare web influencer rispettati e seguiti.

 

1. Individuare una nicchia in cui si è esperti

Nessuno è esperto di tutto. A maggior forza, quando vogliamo dimostrare agli altri di essere molto competenti in un campo non dobbiamo commettere l’errore di volere iniziare a parlare anche di cose che non ineriscono a quel campo.

Specializzazione innanzi tutto: dobbiamo individuare l’area in cui siamo ferrati e soprattutto in cui abbiamo qualcosa di interessante e originale da dire. Dopodiché dobbiamo focalizzare le nostre azioni di comunicazione esclusivamente su quella, resistendo alla tentazione di iniziare a dare pareri anche su temi che non conosciamo a fondo o che non fanno parte di quelli che siamo in grado di trattare con autorevolezza. Il rischio di affrontare troppi argomenti è proprio quello di rischiare di risultare poco autorevoli in quel campo specifico in cui vogliamo essere apprezzati maggiormente.

 

2.  Pubblicare contenuti di valore in modo regolare e pianificato

L’influencer non è tale perché è simpatico. Le doti personali possono sicuramente giovare, ma non sono condizione sufficiente a diventare influenti. L’influencer è innanzi tutto una persona che è capace di dire cose che altri non dicono e di dirle in modo costante.

Il pubblico deve potere pensare che l’aspirante influencer ha veramente tanto da dire e che i suoi contenuti non sono frutto di improvvisazione, ma derivano da una conoscenza dell’argomento che gli dà modo di pubblicare idee e informazioni in modo regolare e continuo. Se vogliamo diventare influencer affermati, ogni giorno dobbiamo introdurre nel web nuovi contenuti, quindi dobbiamo avere un piano editoriale ben strutturato.

Ma non basta: devono essere contenuti di qualità, non qualsiasi barlume di idea ci passa per la mente. Il vero influencer deve stupire in senso positivo ogni volta che pubblica un contenuto, facendo sì che la gente possa dire: ecco qualcosa a cui non avevo pensato. Altrimenti non saremo mai considerati dei veri influencer, ma solo dei pubblicatori compulsivi di messaggi e post di cui si potrebbe benissimo fare a meno.

 

3. Scegliere con cura i canali e alimentarli regolarmente

I contenuti vanno pubblicati da qualche parte nel web. In passato gli unici canali possibili erano il sito web proprio, il proprio blog e eventualmente qualche forum in cui condividere le proprie idee. Oggi la quantità di spazi in cui potere pubblicare i propri contenuti è cresciuta a dismisura: ci sono tutti i social network, ciascuno dei quali ha le sue funzionalità, le sue modalità di comunicazione e i suoi pubblici. Bisogna conoscerli a fondo per scegliere quelli che meglio possono veicolare la nostra comunicazione, altrimenti c’è il rischio di non raggiungere le persone più in target o di non sfruttare al meglio i canali online di comunicazione disponibili.

Una volta scelti i social network, o in generale i siti del Web 2.0 che vogliamo usare per la nostra comunicazione, bisognerà adattare il piano di contenuti a ciascun canale, in modo da dare il massimo risalto a ciascun contenuto pubblicato nel modo che ogni canale consente.

 

4. Creare una solida rete di contatti e follower

Senza persone che ci ascoltano e ci seguono con stima e assiduità, non saremo mai influencer. Se abbiamo avuto la pazienza e la costanza di creare un nostro piano di contenuti e abbiamo davvero molte cose da dire che possono risultare interessanti e originali, allora lo step successivo sarà creare una base di sostenitori e follower affezionati. Questi saranno il punto di partenza per innescare passaparola che riguardano i nostri contenuti e la nostra persona.

Per creare questa rete dovremo essere capaci di aprire e tenere vive relazioni con le persone che ci seguono di più, in modo da eccitare il loro interesse e la loro disponibilità a diffondere i nostri contenuti e la nostra autorevolezza.

 

5. Dialogare e relazionarsi sempre in modo positivo e stimolante

Il dialogo è lo strumento primario che si usa per mantenere viva la rete di contatti e follower. Arriva un commento? Dobbiamo rispondere prima possibile. Ci mandano un messaggio in privato? Dobbiamo dialogare con chi ci scrive. Anche quando i nostri follower cominciano a crescere a dismisura, dobbiamo trovare un modo per seguire tutte le conversazioni che ci tirano in ballo direttamente.

In qualche caso, quando abbiamo una rete molto ampia di contatti, può essere utile fare uso di chatbot e di sistemi di automazione nelle risposte, anche solo per dire: “In questo momento non sono disponibile, ma ditemi quello che volete e vi risponderò al più presto!”. Ovviamente, al più presto dovremo occuparci di rispondere a tutti.

Le risposte dovranno essere sempre costruttive e positive, anche nel caso in cui qualcuno ci attacca a muso duro. Più si acquisisce notorietà, più cresce il numero di persone che non condivideranno le nostre idee o semplicemente ci troveranno antipatici. Arriveranno perciò commenti dispregiativi e messaggi aggressivi. Non dovremo né scomporci né farci trovare impreparati: fa parte del gioco. Caso per caso, con garbo e acume, risponderemo senza mai offendere. Ricordiamo che raramente un vero influencer è offensivo, perché se si scade nella polemica è facilissimo perdere in un attimo tutta l’autorevolezza e l’affidabilità acquisita nel corso di molti anni.

Ovviamente ci sono anche influencer che fanno dell’io-contro-tutti la propria forza. Ma si può adottare questo stile solo se si è certi di avere una base di fan inossidabile che ci seguirebbero a qualsiasi costo. Se non si ha questa certezza o non si vuole correre il rischio di finire travolti dalla propria stessa arroganza, meglio seguire un modello relazionale più conciliante e dialettico.

 

6. Attualizzare e aggiornare i propri contenuti e i propri interventi

Qualsiasi possa essere il campo nel quale si vuole essere influenti, sarà sempre soggetto a un’evoluzione. Ci saranno delle nuove idee, dei nuovi fatti o delle nuove situazioni che dovremo conoscere e su cui dovremo esprimere il nostro punto di vista. Tenersi sempre aggiornati quindi è indispensabile per un influencer che si rispetti.

Ma il grande influencer non si limita a seguire l’attualità, può creare contenuti capaci di generare nuove correnti di opinione, innescare nuove tendenze o concentrare l’attenzione dell’audience online su un aspetto particolare di un tema. Ovviamente però solo pochi sono in grado di condizionare le idee del grande pubblico. I piccoli e medi influencer si limiteranno a dire la propria e a generare discussioni di qualità. Per questo dovranno essere sempre informati di tutte le novità del proprio campo e trovare ogni volta qualcosa di rilevante da dire.

 

7. Presenziare a eventi di settore

Tra le tattiche che determinano come diventare influencer nel web ne spicca una che molti non tengono in debita considerazione, compromettendo la possibilità di guadagnare più visibilità e influenza: non dobbiamo limitarci a svolgere la nostra attività solo davanti a uno schermo del computer. Il vero influencer è attivo anche nel mondo fisico, per cui dovremo individuare tutti i principali eventi che riguardano il nostro settore e presenziare. Inizialmente saremo solo una delle tante voci presenti, ma se saremo perseveranti riusciremo ad avere prima o poi una nostra posizione da protagonisti e diventeremo degli influencer sempre più considerati e apprezzati.

Related posts

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Top