Come strutturare una email finalizzata alla vendita - Blog di web marketing e social media marketing di Communication Village

Come strutturare una email finalizzata alla vendita Perché è importante strutturare al meglio i contenuti di una email finalizzata alla vendita? E come fare?

La struttura di un'email di vendita efficace

Quanto è importante scrivere una buona email, quando l’obiettivo finale è convertire il cliente all’acquisto? La risposta può sembrare banale, eppure analizzando nello specifico gli obiettivi dell’email marketing, ci rendiamo conto che riuscire a evitare errori nel raggiungimento dell’obiettivo finale non è poi così semplice. Vediamo allora nel dettaglio in cosa consiste una strategia di email marketing e come partire dal contenuto vincente di una email.

 

L’email marketing

L’email marketing è una tipologia di direct marketing in cui si comunicano informazioni, contenuti e proposte commerciali attraverso le email. Questa tecnica di marketing comprende newsletter e mailing list e, soprattutto, una buona strategia che guida le azioni intraprese. In generale lo scopo dell’email marketing è generare profitto e questo può essere possibile grazie a un’efficace campagna di email marketing in grado di creare relazioni di valore con il cliente in un’ottica di conversione alla vendita, della quale successivamente misurare le azioni svolte e ottimizzare i risultati.

Partendo dall’individuazione degli obiettivi della nostra campagna, potremo facilmente capire in che direzione muoverci per raggiungerli e il primo step è certamente la creazione di contenuti di valore, ossia creare una buona email.

 

Come strutturare le email

Per creare email efficaci dobbiamo assicurarci alcune condizioni preliminari:

  • disporre di informazioni a sufficienza per comprendere cosa interessa ai nostri utenti;
  • avere dati precisi su come si comportano rispetto a certi stimoli (quando aprono le email, quali contenuti li attraggono maggiormente, ecc.);
  • beneficiare di una relazione preesistente con il destinatario che l’ha condotto in una condizione psicologica di predisposizione positiva nei confronti dell nostra azienda o dei nostri prodotti.

Partendo da questi presupposti potremo definire obiettivi diversi:

  • mostrare il beneficio di un prodotto o servizio;
  • illustrare le qualità di un prodotto o servizio, semplificandolo il più possibile, al fine di renderlo fruibile e immediatamente comprensibile;
  • utilizzare testimonianze reali o dati rilevanti che possono supportare i contenuti della nostra comunicazione;
  • tradurre il valore intrinseco di un prodotto in un valore d’uso nel mondo reale o nell’esperienza diretta del potenziale acquirente.

A questo punto, potremo mettere in atto nel dettaglio una di queste quattro semplici tecniche di vendita, in modo da unire i punti sopra citati e renderli concreti:

  1. Scarsità: veicolare il messaggio della disponibilità limitata del prodotto o servizio.
  2. Valore: vantaggi pratici e concreti dell’utilizzo del prodotto/servizio.
  3. Sconto: l’idea di un’offerta speciale ha sempre una forte attrattiva per il cliente, perché lega il beneficio di un prodotto/servizio all’idea del risparmio nell’acquisto.
  4. Bonus: la proposta di una prova gratuita del prodotto o servizio ha un forte potere di convincimento sul cliente, oltre che garanzia di maggiore credibilità.

Una volta stabilito come agire nel contenuto di una mail finalizzata alla vendita, sarà utile pianificare una serie di email di follow up che focalizzino l’obiettivo finale fissato in precedenza: quattro o cinque email che avvicinino progressivamente l’utente all’offerta finale. La prima presenterà in generale il prodotto, la seconda ne aumenterà la percezione del valore, la terza conterrà la possibilità di una prova del servizio e la quarta l’offerta vera e propria.

In questo modo, anche in assenza di un impianto strategico di email marketing automation, potremo effettuare azioni di direct email marketing molto efficaci e capaci di ottenere risultati di valore.

Related posts

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top