Cos'è realmente l'email marketing automation: 2 miti da sfatare - Blog di web marketing e social media marketing di Communication Village

Cos’è realmente l’email marketing automation: 2 miti da sfatare Esistono alcuni miti sull'email marketing automation. Proviamo a sfatarli per capire meglio cos'è questa tipologia di nuovi servizi

Email marketing automation, i vantaggi reali per aziende e clienti

Per conoscere meglio cos’è l’email marketing automation e le sue funzionalità, sfatiamo i miti che le girano intorno, per concentrarci sui fatti reali e concreti che riguardano questo complesso di servizi altamente innovativi ed efficaci.

 

Mito 1: l’email marketing automation è fredda

Uno dei falsi miti che circolano è quello relativo al carattere impersonale della marketing automation. La scarsa conoscenza delle funzionalità del sistema può portare a considerare questo tipo di digital marketing come freddo e inumano, con un effetto comunicazionale fastidioso e inconsistente.

Realtà: l’email marketing automation è comunicazione a misura di lead

Il percorso che porta un determinato lead a decidersi per la conversione è unico e personale. Ad esempio un dato utente potrebbe trovare una certa azienda tramite una ricerca su Facebook, dove ha deciso di mettere ‘mi piace’ alla pagina aziendale tramite la quale poi ha cliccato su un articolo ed è andato a visitare il blog sul sito dell’impresa. Oppure un certo utente cercando su Google ha trovato il sito aziendale che lo ha talmente colpito da fargli decidere di iscriversi alla newsletter.

I percorsi che portano un dato utente alla conversione sono diversi. Impossibile seguirli tutti uno per uno. È in questo che entrano in gioco le funzionalità dell’email marketing automation, grazie alla quale è possibile seguire il percorso di ciascun lead. Ogni utente infatti viene inserito in segmenti, ossia in gruppi, a seconda del suo particolare comportamento. I marketer che si occupano della strategia alla base dell’allestimento delle campagne di marketing automation predispongono l’invio di determinate mail a determinati segmenti creati dal sistema. In questo modo vengono inviate email personalizzate che rispecchiano le effettive esigenze di ciascun lead.

 

Mito 2: l’email marketing automation è spam e infastidisce i clienti

Una delle paure quando ci si approccia a questo servizio nuovo è che possa costituire un’altra fonte di spam, ossia di email non gradite. Questa paura ha le sue fondamenta nel grande bombardamento di contenuti che ogni giorno sono inviati nelle caselle di posta elettronica, come accadeva nel vecchio sistema di DEM (direct email marketing) basato su contenuti standard e impersonali inviati a tutti i contatti di un’azienda.

Realtà: l’email marketing automation è utile al cliente

Per comprendere perché l’email marketing automation può essere utile all’utente e addirittura riduce la percezione di ricevere spam, facciamo un esempio. Mettiamo il caso che ci interessi un determinato prodotto, ad esempio un nuovo computer; ecco che cominciamo a navigare su Internet alla ricerca di informazioni sui modelli in commercio. Valutiamo le offerte, ci concentriamo sul confronto delle prestazioni e dei prezzi. Alla fine troviamo il computer che ci piace: è il modello di una determinata azienda. Dato che ci interessa quel prodotto, andiamo più volte su quel sito nel corso dei giorni, per informarci al meglio.

Proprio in questa fase del processo di eventuale conversione del lead, ossia nel momento in cui il cliente – che è già conosciuto dall’azienda perché in qualche altra occasione le ha dato la propria email – sta valutando se effettuare l’acquisto, entra in gioco l’email marketing automation. In maniera non invasiva, in risposta allo specifico comportamento dell’utente che il software ha rilevato, interviene mandando una email promozionale, che può essere la goccia decisiva che fa propendere il lead per l’acquisto.

Dunque con la marketing automation non si inviano contenuti pubblicitari a casaccio o in maniera massiva. Piuttosto ogni utente riceverà una mail corrispondente in modo specifico ai suoi effettivi interessi. Grazie ai sistemi automatici infatti è possibile trattare i dati di un gran numero di utenti e indirizzare a ciascuno un contenuto personalizzato, cosa impossibile senza questo tipo di software e senza applicare questo modello di digital marketing.

In sostanza l’email marketing automation è un potentissimo sistema di lead nurturing che avvantaggia enormemente l’azienda e non dispiace ai clienti. Per saperne di più vi consigliamo di scaricare gratuitamente la nostra Guida all’Email Marketing Automation.

Se volete un aiuto per applicare alla vostra azienda azioni di email marketing realmente efficaci e remunerative, contattateci. La nostra esperienza in questo campo vi permetterà di incrementare in modo significativo e misurabile gli utili provenienti dai clienti di cui possedete un’email.

Autore

Related posts

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top