Come creare una strategia di marketing fatta apposta per i millennial - Blog di web marketing e social media marketing di Communication Village

Come creare una strategia di marketing fatta apposta per i millennial Parlare ai millennial è il sogno di ogni azienda, ma cosa fare per aumentare le probabilità di successo di una strategia di marketing?

Come creare una strategia di marketing fatta apposta per i millennial

Per creare una strategia di marketing fatta apposta per comunicare e attirare l’attenzione dei millennial occorre prendersi del tempo per fare una serie di valutazioni preliminari.
Innanzitutto è d’obbligo una riflessione: siamo sicuri che si tratti del target adatto a noi? Non sono poche le aziende, infatti, che vedono naufragare le proprie azioni proprio a causa di decisioni prese sull’onda di una moda. Anche se i millennial sono molto appetibili in qualità di consumatori, non avrebbe senso sprecare tempo, energie e denaro se il nostro prodotto o i servizi che offriamo sono creati apposta per un target più giovane o più vecchio.

Una volta appurato che il nostro target è formato effettivamente da millennial, occorre ragionare sulle differenze interne e sostanziali che contraddistinguono gli appartenenti a questo gruppo; stiamo parlando di coloro che sono nati tra gli anni ’80 e gli anni 2000, quindi si tratta di una compagine piuttosto eterogenea che può avere bisogno di più di un piano per fare in modo che nulla venga lasciato al caso. Nonostante le differenze, però, è possibile rintracciare delle costanti che possono fungere da traccia per la costruzione di una strategia di marketing fatta apposta per i millennial.

Il consiglio numero uno che ogni azienda che decide di parlare a questa generazione dovrebbe seguire è quello di curare il lato mobile della propria comunicazione: dal sito, al blog passando per ogni singola landing page; tutto deve essere consultabile anche da smartphone e tablet. I millennial, infatti, si aspettano di trovare le stesse informazioni sia quando navigano da desktop che da cellulare e se dovessero rendersi conto che non siamo all’altezza delle loro aspettative non esiterebbero ad abbandonarci preferendo uno dei nostri competitor meglio organizzati.

Di pari passo con questo andamento va anche la cura della propria presenza sui principali social network; per un millennial è praticamente inconcepibile che un’azienda decida (o tenti) di vendere loro qualcosa senza dare prova del proprio valore anche sui social media. Inoltre Facebook, Twitter e compagni verranno utilizzati per sapere cosa si dice di noi online e quindi dovrà essere nostra cura preoccuparci della nostra reputazione, anche sul Web.

E a proposito di valore e di reputazione non possiamo decidere di parlare ai millennial senza comprendere all’interno della nostra strategia un piano di content marketing: veicolare contenuti originali e di qualità può davvero fare la differenza. I millennial sono abituati a essere bombardati su più fronti da messaggi pubblicitari ed è per questo che hanno bisogno di altri tipi di incentivi per convincersi a comprare. Se dimostreremo loro che la nostra missione non è soltanto vendere un prodotto, ma anche aiutarli a risolvere un problema o svelare qualche chicca saranno disposti a seguirci più facilmente e questo getterà le basi per un rapporto proficuo e duraturo.

Infine, ecco il consiglio più importante di tutti: una strategia di marketing fatta apposta per i millennial deve essere e risultare autentica in ogni sua sfaccettatura. Il consumatore finale non ama essere preso in giro e il millennial oltre a essere un cliente è il più delle volte anche un comunicatore molto prolifico e se frustrato può trasformarsi in un avversario temibile.

Related posts

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Top