Tecniche di Twitter marketing: come fare un ottimo uso delle liste - Blog di web marketing e social media marketing di Communication Village

Tecniche di Twitter marketing: come fare un ottimo uso delle liste Le liste di Twitter: come crearne una, a cosa servono e perché usarle è una delle tecniche importanti per il nostro business

Consigli di Twitter marketing: come fare un ottimo uso delle liste

La buona riuscita di una strategia di Twitter marketing non può prescindere da un ottimo uso delle liste. Coloro che seguono soltanto un centinaio di account o hanno solo qualche decina di follower possono non intuirne immediatamente l’utilità, ma possiamo assicurare che quando dalle decine e dalle centinaia si passa a diverse migliaia diventa davvero difficile riuscire a monitorare i due aspetti. Ma cerchiamo di sapere qualcosa di più su come creare una lista su Twitter, a cosa servono e perché possono essere importanti per il nostro business.

 

Come creare una lista su Twitter

Per creare una lista su Twitter basta cliccare sul nostro avatar in alto a destra e selezionare “Liste”; a questo punto potremo controllare se siamo stati inseriti in liste da parte di altri account e potremo crearne una nostra. Dopo avere scelto il nome e avere scritto una breve descrizione non ci resta che scegliere se renderla pubblica o crearne una privata e le differenze tra le une e le altre (come capiremo meglio in seguito) dipendono dall’uso che intendiamo farne. È possibile aggiungere chiunque alle nostre liste anche senza bisogno di seguire o essere seguiti dall’account in questione e iscriversi alle liste pubbliche di qualsiasi utente.

 

A cosa servono le liste su Twitter?

Twitter ha fatto delle comunicazioni in tempo reale il proprio marchio di fabbrica, ma questo per molti (soprattutto per i neofiti) è anche un grosso difetto: riuscire a tenere sotto controllo e a orientarsi all’interno dei continui aggiornamenti stava diventando sempre più complicato nonostante l’uso degli hashtag. Grazie alle liste ogni utente può razionalizzare gli account che segue e quelli dei propri follower in maniera più efficace e nel modo a lui più congeniale.

 

Come fare un ottimo uso delle liste su Twitter

Esistono molti modi in cui possiamo usare le liste su Twitter soprattutto se siamo delle aziende o dei professionisti che desiderano sfruttare al meglio la piattaforma.

Usare le liste per monitorare i competitor può essere un ottimo metodo per essere costantemente aggiornati sulle ultime azioni messe in campo: questa infatti è una tappa obbligata di ogni social media marketer e le liste di Twitter non faranno che rendere meno gravoso questo compito.

Allo stesso modo possiamo sfruttare questo strumento offerto dal social network per riunire in un unico posto gli influencer più importanti per noi e/o la nostra azienda; in questo caso possono essere sia personaggi esperti nel nostro campo e quindi una fonte di suggerimenti, dritte e aggiornamenti sull’ambito del nostro lavoro, oppure la base dalla quale desideriamo partire per un’operazione di influencer marketing.

Le liste di dipendenti e colleghi possono essere un ottimo metodo per fare squadra e mettere in pratica i dettami dell’employee advocacy, mentre usarle per riunire gli account dei clienti può porre le basi per un social customer service degno di questo nome. Per quanto riguarda questa tipologia di lista in particolare il nostro consiglio è quella di mantenerla privata (non vorremo di certo dare in pasto questi account ai nostri competitor) e di scegliere un nome che sia al tempo stesso chiaro e gratificante per l’utente finale.

Related posts

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top