Come sfruttare Pinterest per aumentare le vendite di un e-commerce - Blog di web marketing e social media marketing di Communication Village

Come sfruttare Pinterest per aumentare le vendite di un e-commerce Sapere come sfruttare al meglio Pinterest può rivelarsi un valido metodo per attirare nuovi clienti e consolidare il successo di un e-commerce

Come sfruttare Pinterest per aumentare le vendite di un e-commerce

Chiedersi come sfruttare Pinterest per aumentare le vendite di un e-commerce significa cercare un modo per applicare le logiche del social media marketing a un social network un po’ atipico rispetto agli altri in circolazione. In questo caso, infatti, occorre ispirare l’utente, perché è proprio sulla base delle emozioni comunicate e suscitate che potremo stimolare l’interesse dei nostri clienti, anche potenziali. Ma non dimentichiamo che al contrario di quel che avviene su Instagram anche il nostro sito ha un ruolo importante nella gestione dei pin ed è questa la ragione principale per la quale Pinterest può davvero aiutarci sia ad attirare nuovi clienti che a consolidare il successo della nostra azienda. Ma cerchiamo di capire più specificamente come fare a sfruttare Pinterest per aumentare le vendite di un e-commerce.

 

1. Creazione di bacheche interessanti

Le bacheche sono uno strumento di Pinterest molto utile in quanto consentono di organizzare per temi o argomenti le immagini a nostra disposizione. Iniziamo postando le immagini dei nostri prodotti cercando di dividerli in categorie e prestando attenzione che i nomi e le descrizioni siano sensate, accattivanti e che comprendano delle parole chiave. Anche su Pinterest essere troppo autoreferenziali non è consigliabile, quindi cerchiamo di avvicendare bacheche che contengono i nostri prodotti a bacheche su temi coerenti e correlati.

 

2. Ottimizzazione delle immagini per Pinterest

Perché un’immagine possa essere condivisa e ben visibile su Pinterest occorre che le sue dimensioni siano di almeno 100×200 pixel (le immagini rettangolari sono quelle più gradite dagli utenti che popolano la piattaforma) anche se le dimensioni ideali sarebbero di 600×900 pixel. Le immagini cui ci riferiamo sono quelle del nostro sito di e-commerce che è importante, tra le altre cose, che sia mobile responsive. Poiché su Pinterest la comunicazione è essenzialmente visuale le immagini devono essere di alta qualità e mostrare il prodotto in primo piano.

 

3. Aggiungere il pulsante “Pin it” sul sito di e-commerce

Una volta creata la nostra identità su Pinterest e avere lavorato perché il nostro sito di e-commerce sia perfettamente ottimizzato e funzionante occorre cercare il supporto degli utenti. Come abbiamo detto all’inizio Pinterest può essere un valido alleato per attirare nuovi clienti e quale metodo migliore se non farci pubblicità grazie a chi già ci conosce o si è imbattuto nei nostri prodotti? Aggiungere il pulsante “Pin it” può essere un ottimo stratagemma, ma perché funzioni al meglio occorre curare l’“alternative text” dell’immagine: sarà proprio questa stringa di testo a trasformarsi nella descrizione del Pin, quindi preoccupiamoci che sia espressa in modo molto chiaro e che contenga un riferimento chiaro al nostro prodotto e alla nostra azienda.

 

4. Monitoraggio della performance

Anche Pinterest consente di accedere ai dati sulla performance delle nostre azioni all’interno della piattaforma. Monitoriamo con attenzione i risultati delle nostre azioni e le prestazioni delle Bacheche e delle singole immagini in modo da avere un quadro sempre preciso e aggiornato della situazione e potere valutare la performance di Pinterest in relazione al nostro e-commerce.

Related posts

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top