Le caratteristiche di una strategia di SMS marketing di successo - Blog di web marketing e social media marketing di Communication Village

Le caratteristiche di una strategia di SMS marketing di successo Una strategia di SMS marketing di valore ha delle caratteristiche particolari. Ecco quali sono quelle vincenti

Le caratteristiche di una strategia di SMS marketing di successo

Conoscere bene le caratteristiche di una strategia di SMS marketing di successo aiuta le aziende a evitare errori e a focalizzarsi sulle giuste priorità. L’SMS marketing si sta rivelando uno strumento di comunicazione molto potente anche più delle email; abbiamo sostenuto più volte la necessità di riabilitare il ruolo dei messaggi di posta elettronica, ma quando approdiamo nel campo dei messaggini le probabilità di successo aumentano sensibilmente. Ma come fare per riconoscere una strategia di SMS marketing di valore? Cerchiamo di scoprirlo insieme.

Così come ogni altra azione di marketing, prima di procedere all’invio di SMS di qualsiasi genere occorre avere un piano: dobbiamo sapere chi è il nostro pubblico, cosa può interessargli e quando è preferibile contattarlo.

La questione del target di una campagna di SMS marketing viene risolta tenendo sempre aggiornate le liste dei nostri clienti. L’ideale sarebbe cercare di dividere i contatti a seconda della tipologia di cliente: la regola numero uno anche in questo campo resta cercare di creare una comunicazione su misura e personalizzata. Questo non significa soltanto usare il nome di battesimo del cliente in questione, ma si evidenzia in messaggi che tengano conto della sua esperienza e delle sue preferenze: se ci occupiamo della vendita di accessori di moda, per esempio, possiamo cercare di suggerire o prevedere uno sconto su articoli che facciano parte della stessa collezione in modo da invogliare il cliente a tornare da noi e completare il proprio look.

Per quanto riguarda il quando, invece, dobbiamo essere consapevoli che si tratta di una faccenda alquanto delicata. Al contrario di quanto viene registrato per le email, chi riceve un SMS difficilmente lo cancella senza aprirlo, ma dobbiamo riuscire a scegliere l’orario, il giorno e la frequenza giusti per cercare di aumentare l’efficacia del nostro SMS marketing. Ricordiamoci di non sommergere i nostri contatti di messaggini: cerchiamo di limitarci a uno, massimo due a settimana, e di inviare comunicazioni chiare e brevi.

Quali contenuti inviare ai nostri clienti? Da prediligere sono gli SMS che contengono consigli sugli acquisti futuri, coupon, sconti e promemoria su iniziative particolarmente vantaggiose; l’importante è comunicare un senso di urgenza che spinga l’utente ad agire e/o lo faccia sentire parte di una élite privilegiata. Poi si deve tenere presente che le caratteristiche vincenti dei contenuti che restano impressi sono il collegamento a esperienze vissute: quando decidiamo di parlare ai nostri clienti con i pochi caratteri a nostra disposizione in un SMS, facciamo in modo di dire qualcosa che il cliente conosce già o che può coinvolgerlo direttamente. Per esempio acquisti già fatti, la visita al negozio o al centro commerciale che frequenta abitualmente, qualcosa che si riferisce al suo stile di vita quotidiano. Ovviamente, quanto più sappiamo dei nostri clienti meglio è, perché potremo creare messaggi dettagliati da inviare a gruppi ristrettissimi e selezionatissimi di destinatari.

E per finire un ultimo consiglio: può capitare che nonostante gli sforzi profusi per costruire una strategia di SMS marketing di valore gli utenti preferiscano non ricevere più i nostri messaggi; l’ultima cosa da fare nel caso in cui dovesse verificarsi una tale eventualità è rendere difficile (se non impossibile) la disiscrizione. Impedire ai nostri contatti di esprimere il proprio dissenso non gli impedirà certamente di ignorarci, anzi non faremo altro che peggiorare la situazione. Ne consegue che nell’SMS marketing vale la stessa regola del direct email marketing: ogni utente deve sapere di potere disattivare in ogni momento questo servizio e il processo deve essere snello e semplice e possibilmente prevedere un piccolo questionario sui motivi che hanno spinto il cliente a disiscriversi.

Related posts

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top