Come creare un A/B test in Facebook - Blog di web marketing e social media marketing di Communication Village

Come creare un A/B test in Facebook Su Facebook è possibile creare degli A/B test all’interno di Gestione Inserzioni e Power Editor

Come impostare un A/B test su Facebook

Forse non tutti sanno che è possibile creare degli A/B test in Facebook all’interno di Gestione Inserzioni e Power Editor al fine di verificare la performance dei nostri messaggi pubblicitari in maniera più rapida e riuscire a gestire le nostre risorse più attentamente.

Abbiamo parlato tante volte dell’importanza di condurre test di questo genere per un affinamento della campagna e per aumentare le nostre probabilità di successo. Fino a poco tempo fa chi voleva operare come tutti gli esperti e i manuali suggeriscono doveva farlo manualmente e questo spesso richiedeva un forte dispendio di energie: pensiamo ad esempio al caso di un A/B test condotto su due pubblici affini ma differenti; per condurre in modo accurato il confronto occorreva profilare una quantità di aspetti distinti che i non professionisti della comunicazione di marketing nei social media potevano trovare ostici. Da oggi non sarà più così e anche i meno esperti potranno facilmente condurre i propri A/B test senza incontrare grandi difficoltà.

 

Come funzionano gli A/B test in Facebook

Con gli A/B test messi a disposizione da Facebook sarà possibile misurare le prestazioni dei gruppi di inserzioni oggetto del test sulla base degli obiettivi della campagna che verranno poi confrontate su gruppi diversi di pubblico non sovrapposti per decretare il vincitore. Al termine del test riceveremo una notifica e un’email con i risultati. Al momento è consentito creare e gestire gli A/B test solo per taluni obiettivi e nello specifico: “Traffico”, “Installazioni dell’app”, “Generazione di contatti” e “Conversioni”.

 

Come creare un A/B test in Facebook

Per accedere alla nuova funzionalità basta entrare su Gestione Inserzioni o Power Editor (meglio ancora Facebook Business Manager che consente di gestire entrambi i pannelli e che è fornito di una serie di strumenti volti a rendere il lavoro degli inserzionisti più semplice ed efficiente) e iniziare a creare una campagna. Una volta scelto il nostro obiettivo (tra quelli che attualmente consentono di effettuare i test) occorre selezionare la casella apposita e procedere alla scelta della variabile da testare. Possiamo scegliere tra: “Ottimizzazione della pubblicazione”, “Pubblico” e “Posizionamento”.

Nel primo caso possiamo decidere di testare le prestazioni sulla base delle conversioni (per un gruppo) e del click sul link (per l’altro) oppure condurre una verifica su tre variabili (conversioni in un giorno vs conversioni in 7 giorni vs click sul link).
La variabile Pubblico consente di agire e confrontare i gruppi di inserzioni sulla base di gruppi di pubblico già creati e salvati in precedenza e anche in questo caso possiamo decidere se procedere con un test su due o su tre pubblici.
Scegliendo Posizionamento potremo mettere a confronto tra loro il posizionamento personalizzato da noi prescelto con quello automatico; va precisato che è possibile anche confrontare i posizionamenti personalizzati tra loro anche se Facebook sconsiglia un’azione di questo tipo.
Perché il test sia valido occorre impostare la durata tra i 4 e i 14 giorni e non scendere sotto il budget minimo suggerito, pena l’impossibilità di procedere con gli ordini.

Al momento non tutti hanno accesso agli A/B test, ma Facebook assicura che l’implementazione è imminente. Per ulteriori approfondimenti sul funzionamento degli A/B test su Facebook vi segnaliamo la Pagina dedicata del Centro assistenza per gli inserzionisti.

Related posts

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top