Strategia di lead generation: 3 consigli per migliorare - Blog di web marketing e social media marketing di Communication Village

Strategia di lead generation: 3 consigli per migliorare Come rendere migliore la performance di un sito applicando una buona strategia di lead generation in 3 semplici passi

Strategia di lead generation: 3 consigli per migliorare

Una strategia di lead generation ben costruita può davvero fare la differenza e segnare il destino di un sito: sappiamo infatti che una volta costruito e confezionato il blog o il sito perfetto, non avremo concluso niente se non riusciremo a dare un senso a questi sforzi. Inizialmente il nostro obiettivo può essere quello di farci conoscere e fare in modo che il nostro target entri in contatto con i nostri contenuti o prodotti e servizi; ma se non riusciremo a indirizzare questo rapporto e la loro attenzione nella direzione giusta, sarà stata tutta fatica sprecata.

L’esempio per eccellenza di una strategia che si è arenata è quello di un sito con un numero di visitatori davvero impressionante, ma che non riesce a monetizzare i propri utenti: i numeri sono importanti e ci servono per comprendere se abbiamo fatto un buon lavoro nel posizionamento e nella costruzione di una notorietà del sito e dei suoi contenuti, ma adesso occorre passare alla pratica e rendere remunerativo quello che abbiamo costruito. Cerchiamo quindi di convincere i nostri visitatori a lasciare i propri dati in modo da avere un’idea chiara di chi è il nostro pubblico e cercare di incanalarlo verso le azioni più proficue e utili per noi. Vediamo insieme 3 consigli di lead generation per migliorare la nostra strategia.

 

1. Avere un piano

Come sempre quando parliamo di strategie la prima cosa da sapere è l’obiettivo che vogliamo raggiungere. Vogliamo raccogliere lead per la nostra newsletter? Oppure stiamo facendo un sondaggio per capire se il nostro target è davvero quello sperato? Prima di iniziare dobbiamo rispondere a queste domande in modo da costruire l’intero sito o landing page in funzione del raggiungimento del risultato. In questo senso può essere molto utile mettere in campo una strategia multicanale che comprenda azioni sia di social media marketing che di direct email marketing al fine di organizzare una serie di azioni su più fronti.

 

2. Ottimizzazione dei moduli online

Una strategia di lead generation non può prescindere dalla costruzione di form online davvero potenti ed efficaci. Questi sono lo strumento più importante e anche il più rischioso, in quanto a seconda di come vengono costruiti possono anche spaventare l’utente e spingerlo a rinunciare. Non pretendiamo di sapere troppo dei nostri clienti, ma cerchiamo di ridurre al minimo le informazioni da inserire; i clienti più ritrosi possono essere convinti con la promessa di un lead magnet o content upgrade (per esempio un ebook o un white paper) in cambio del contatto, ma ricordiamoci di essere il più possibile trasparenti in questo senso anche per quanto riguarda l’uso che intendiamo fare di queste informazioni.

 

3. I lead acquisiti vanno “nutriti”

Uno degli errori più grandi che possiamo commettere nella costruzione di una strategia di lead generation è quello di raccogliere i contatti e poi ignorarli. Se un utente ha deciso di lasciare i propri dati significa che siamo riusciti a guadagnarci la sua fiducia che non va assolutamente tradita. Facciamo buon uso dei lead acquisiti e costruiamo una strategia ottimizzata per ogni tipologia di cliente: in questo modo riusciremo a creare una comunicazione e un’offerta su misura per loro e se opereremo nella maniera corretta tutti i nostri sforzi verranno ripagati.

Related posts

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top