Come funziona la nuova estensione di WordPress per Google Docs - Blog di web marketing e social media marketing di Communication Village

Come funziona la nuova estensione di WordPress per Google Docs Grazie alla nuova estensione per Google Docs sarà possibile lavorare sullo stesso documento in contemporanea e poi salvarlo direttamente su WordPress

Estensione WordPress per Google Docs

WordPress ha annunciato l’introduzione di una nuova estensione creata apposta per Google Docs per consentire a più utenti di lavorare contemporaneamente sullo stesso file e poi caricarlo come post su WordPress. Ad oggi una simile operazione è fantascienza: all’interno dello stesso Content Management System infatti non è consentito agli utenti aprire lo stesso post nello stesso momento. Per modificare o rivedere un post occorre che colui che l’ha creato o l’ha aperto lo chiuda, altrimenti comparirà un avviso che gli impedirà di procedere. Grazie alla nuova estensione il lavoro in contemporanea non sarà più un problema.

Per usare la nuova funzionalità di Google Docs occorre innanzitutto scaricare l’estensione dallo store che è completamente gratuita e disponibile soltanto in lingua inglese e indicare che si autorizza Google Docs a pubblicare al posto nostro e poi iniziare a creare l’articolo.

Quando la scrittura sarà terminata e si vorrà procedere a salvare la bozza del post, l’utente dovrà soltanto cliccare nella sezione Estensioni del browser in alto  e selezionare WordPress.com per Google Docs. A questo punto apparirà un piccolo menu sulla destra del documento: se gestiamo più di un sito alla volta dovremo specificare su quale caricarlo (se invece ne abbiamo uno solo possiamo saltare questo passaggio) e procedere al salvataggio. L’articolo in questione apparirà sotto forma di bozza e comparirà un URL sul quale cliccare per visualizzare l’anteprima dell’articolo.

Per pubblicarlo e/o revisionarlo ulteriormente prima di mandarlo online basta effettuare l’accesso a WordPress e, una volta terminate le modifiche, procedere come di consueto cliccando su “Pubblica”.

La vera novità nonché piccola rivoluzione che la nuova estensione di WordPress per Google Docs significa per chi scrive e carica contenuti è rappresentata dal fatto che nel passaggio dal file al Content Management System non ci sarà bisogno di correggere la formattazione né del testo né delle immagini: le impostazioni sia per quanto riguarda font, grassetti e dimensione caratteri sia per quanto riguarda i contenuti visuali verranno conservate anche su WordPress.

WordPress è il sistema di gestione e inserimento contenuti di siti web più usato al mondo, ma non tutti gli utenti si trovano a proprio agio a scrivere e creare all’interno della piattaforma editoriale. Ne consegue che fino ad oggi chi decideva di optare per un editor differente, fosse anche Word o lo stesso Google Docs, doveva poi copiare e incollare il post senza formattazione per evitare errori nella visualizzazione del testo e doveva poi agire a livello di codice. Adesso copiare e incollare sarà un processo molto più veloce e la revisione e la collaborazione da parte di più persone sarà non solo consentita ma resa anche molto più semplice e intuitiva.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti vi invitiamo a visitare il blog ufficiale di WordPress.com.

Per gli sviluppatori più esperti che volessero approfondirne il funzionamento segnaliamo che è possibile consultare il codice sorgente su GitHub.

Related posts

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top