Facebook verso la formazione di una community socialmente impegnata - Blog di web marketing e social media marketing di Communication Village

Facebook verso la formazione di una community socialmente impegnata Facebook si impegna a offrire assistenza agli utenti a rischio tramite strumenti e opzioni ad hoc, anche durante le dirette

Facebook verso la formazione di una community socialmente impegnata

Facebook si sta sforzando di trasformarsi da semplice community di persone online quale è attualmente in un vero e proprio gruppo di supporto per le persone più in difficoltà. In particolare la piattaforma ha deciso di focalizzare la sua attenzione sugli utenti con tendenze suicide e autolesioniste al fine di attivare una rete di assistenza.

Secondo le ultime stime, infatti, ci sarebbe 1 caso di suicidio nel mondo ogni 40 secondi e il suicidio è la seconda causa di morte tra i giovani che abbiano un’età compresa tra i 15 e i 29 anni. Facebook da anni si impegna per consentire agli utenti di intervenire e segnalare casi a rischio di questo genere, a dimostrazione che un’amicizia su Facebook può andare oltre una conoscenza reciproca superficiale e trasformarsi anche in supporto emotivo e psicologico.

In particolare le nuove funzionalità offerte si concentrano sugli utenti che utilizzano le dirette su Facebook; il social network metterà a loro disposizione degli strumenti che possano aiutarli direttamente a entrare in contatto su Messenger con le organizzazioni che offrono supporto psicologico in questi casi e rendendo più semplice anche le segnalazioni.

Simili funzionalità sono già a disposizione degli iscritti al social network ed esiste anche un team dedicato che si occupa 7 giorni su 7 e 24 ore su 24 di controllare le segnalazioni al fine di accorciare i tempi di intervento; addirittura Facebook fornisce dei consigli per coloro che avessero anche solo il sospetto che un utente sia in difficoltà su come comportarsi e una bozza di messaggio da inviare alla persona in questione e agli utenti a rischio offre strumenti e risorse di auto aiuto, non ultimi i numeri di telefono delle organizzazioni che operano nel proprio Paese.

Tornando agli strumenti di assistenza durante le dirette su Facebook, gli utenti che assistono alla trasmissione possono segnalare il video e scegliere tra una serie di risorse per intervenire anche direttamente. La persona che sta trasmettendo in diretta visualizzerà un messaggio automatico che la inviterà a scegliere tra contattare un amico, una delle organizzazioni che offre supporto psicologico e altri suggerimenti in tal senso.

La piattaforma testerà anche l’introduzione di un’opzione di messaggi diretti tramite Messenger sulle Pagine dei partner che collaborano con Facebook per affrontare situazioni di crisi come queste e nella sezione dei comportamenti a rischio. Inoltre stanno lavorando con gli esperti e le testimonianze di coloro che ci sono passati per migliorare le prestazioni dell’algoritmo nell’individuazione di questo genere di situazioni. Tramite un sistema di Intelligenza Artificiale la piattaforma sarà in grado autonomamente e automaticamente di verificare l’esistenza di post che possano far sospettare situazioni di disagio e li sottoporrà all’attenzione del team dedicato anche se non sono stati segnalati da altri utenti.

Quanto esposto finora verrà prima testato negli Stati Uniti e solo in seguito verrà introdotto nel resto del mondo.

Per eventuali approfondimenti potete visitare il post ufficiale su Facebook Newsroom.

Related posts

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top