Come migliorare il design di un sito web - Blog di web marketing e social media marketing di Communication Village

Come migliorare il design di un sito web Un sito internet ben fatto può fare la differenza in termini di traffico e conversioni. Ecco qualche consiglio su come migliorarne il design

Come migliorare il design di un sito internet
Corso online Social Media e Digital Marketing di Communication Village

Possedere un sito internet oggi è imprescindibile per qualsiasi azienda. Ma un sito scadente può essere più dannoso di non averne affatto, per cui un’azienda deve sempre porsi il problema di come migliorare il design del proprio sito web. È proprio il design il primo fattore che può decretare il successo o l’insuccesso di un intero sito: potete infatti avere creato i testi SEO e creativi migliori di sempre, avere inserito immagini splendide ed espressive, ma se non sarete in grado di progettare nella maniera giusta l’intero sito non andrete molto lontano.

Se siete già online da un po’ ma vi doveste rendere conto che il vostro progetto stenta a decollare, potrebbe essere utile rivedere e migliorare l’intero design del sito internet in modo da perfezionare la performance. Inoltre, anche se in un dato momento il vostro sito sembra splendido ed efficace potrebbe non esserlo più già un paio d’anni dopo la sua messa online: con l’avvento di nuove tendenze di design o nuove funzionalità imprescindibili potrebbe risultare inadeguato alle aspettative degli utenti. Ecco allora quattro punti che assolutamente il vostro sito deve sempre soddisfare se volete che presenti al meglio la vostra azienda online.

 

1. Navigazione semplice e intuitiva

Quando parliamo di design di un sito internet dobbiamo fare nostra la regola “Less is more”: caricare un sito di plug in, immagini, font e sezioni non è la scelta giusta. Un design troppo ricco di stimoli e distrazioni non farà altro che confondere l’utente spingendolo ad andarsene. Chi naviga infatti non è disposto a impiegare molto tempo alla ricerca di informazioni anche in virtù del fatto che online ci sono tanti altri posti in cui guardare per trovare la stessa informazioni. Meglio prediligere una struttura piana e lineare e fornire un menu di navigazione completo, ma non troppo dettagliato: ad esempio se si vuole porre l’attenzione sulla presenza di un blog, piuttosto che inserire il link a ogni singolo articolo è meglio limitarsi a inserire la sola sezione. Solo una volta che l’utente avrà effettuato l’accesso al blog potrà decidere quali articoli leggere.

 

2. Quali colori e font utilizzare?

In linea di massima la scelta del design del sito non può prescindere dalla selezione dei colori: meglio adottare nuance non troppo accese e non esagerare con accostamenti troppo estrosi. Il consiglio è quello di usare colori basici e morbidi e che si rifacciano al mondo della natura. Mai esagerare creando siti che sembrano il vestito di Arlecchino e lasciare uno spazio dedicato al colore bianco. Quest’ultimo rappresenta una pausa distensiva per la vista dei visitatori oltre a essere la scelta più adatta per la lettura di testi e contenuti in generale. Parlando di leggibilità, poi, non si deve ignorare che anche il font ha un suo ruolo: meglio usare font lineari e fatti apposta per il web (Arial e Verdana ne sono un esempio); in questo modo si eviteranno errori di visualizzazione da parte dei browser.

 

3. Il sito deve essere responsive

La tecnologia responsive è diventata necessaria dato che la maggioranza degli accessi registrati dai siti internet avviene da dispositivi mobile. Piuttosto che creare un sito parallelo (a Google e ai motori di ricerca in generale non piacciono i contenuti duplicati), si deve implementare un design responsive: il caricamento è più veloce e non si perderà l’occasione di raggiungere anche i visitatori che navigano nel web usando smartphone e tablet.

 

4. Meglio fare dei test

Quest’ultimo consiglio vale sempre e in ogni caso: non esistono delle regole ferree in questo campo, bensì occorre sperimentare. Se non siete sicuri delle misure da applicare per migliorare il design del vostro sito, allora potete procedere per tentativi e scegliere la soluzione migliore sulla base dei risultati. Un monitoraggio costante delle prestazioni del vostro sito, infine, restituisce un’immagine sempre aggiornata dello stato dei vostri sforzi e dei risultati conseguiti nella comunicazione digitale.

Related posts

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top