Come sfruttare i video in diretta a vantaggio di un evento offline - Blog di web marketing e social media marketing di Communication Village

Come sfruttare i video in diretta a vantaggio di un evento offline Gli eventi offline possono giovare dei canali digitali non solo per quanto riguarda la promozione. Vediamo come usare i video in diretta

Come sfruttare i video in diretta a vantaggio di un evento offline

I video in diretta rappresentano un’occasione molto ghiotta per coloro che si occupano di comunicazione, soprattutto digitale, in quanto consentono un rapporto senza intermediari e immediato con coloro che ci seguono o possono essere interessati al nostro lavoro. Sono sempre di più coloro che decidono di sfruttare i social media che consentono questo tipo di trasmissione per fare delle vere e proprie video lezioni e sessioni di domande e risposte.

Ciò che molti sottovalutano è, però, il ruolo che i video live possono ricoprire per la visibilità e la portata di un evento offline: usare tutti i canali del digital marketing, e del social media marketing in particolare, per pubblicizzare un evento sul territorio non rappresenta certo una novità, ma siamo sicuri di avere davvero pensato a ogni singola applicazione pratica delle dirette?

In particolare, i video in diretta possono aiutarci a far sì che il nostro evento raggiunga anche coloro che non hanno potuto presenziare sul luogo fisico anche se in questo caso sarebbe bene effettuare un distinguo: possiamo decidere di aprire la trasmissione a tutti oppure di optare per una scelta un po’ più elitaria.

Se l’evento che abbiamo organizzato è libero e gratuito, non ci sono motivi per escludere talune persone dalla diretta; ma se viceversa si tratta di un evento con ingresso a pagamento sarebbe meglio che questa scelta si riflettesse anche sui social media.

Nello specifico possiamo decidere di fissare delle tariffe specifiche per il pubblico pagante che parteciperà solo online e fare in modo che l’ingresso sia controllato: ad esempio su Facebook possiamo creare un gruppo segreto e tenere la diretta esclusivamente all’interno di questo gruppo. Oppure, se decidiamo per una linea più morbida, possiamo effettuare una distinzione in base alla qualità della diretta; così chi ha “pagato per esserci” godrà di una trasmissione di qualità superiore (magari in HD), mentre gli altri dovranno accontentarsi di una qualità un tantino più bassa.

Ancora, possiamo sfruttare i video in diretta per regalare a chi ci segue degli imperdibili momenti del dietro le quinte o dei preparativi e pensare a una strategia multicanale. Sinceriamoci quindi di avere davvero pensato a tutto e che l’evento goda di una copertura su vasta scala sui principali social network, se possibile, con trasmissioni in diretta simultanee su più social media. Sappiamo, infatti, che ogni social ha il suo pubblico e così facendo non rischieremo che alcuni si sentano messi da parte o inferiori rispetto ad altri.

Se decidiamo di usare i video in diretta per dare maggiore visibilità ai nostri eventi offline non dimentichiamo, però, che gli utenti si aspettano di potere interagire con noi e di ricevere una risposta: non dobbiamo pensare a questo tipo di trasmissione come a dei mezzi unilaterali. Chi ci segue potrebbe tentare di interagire con noi ponendo domande o sollevando quesiti; troviamo del tempo per monitorare la situazione (o troviamo qualcuno che lo faccia al posto nostro) in modo da non disattendere le aspettative degli utenti. Solo allora potremo dire di avere fatto un buon lavoro.

Related posts

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top