Come trovare nuovi clienti su LinkedIn - Blog di web marketing e social media marketing di Communication Village

Come trovare nuovi clienti su LinkedIn LinkedIn rappresenta una miniera d’oro di contatti per le aziende e i professionisti in cerca di nuovi clienti

Trovare nuovi clienti su LinkedIn

Come si trovano clienti su LinkedIn? Quali sono le migliori tattiche per cercare e conquistare nuovi prospect? Va premesso che LinkedIn è il social network dei professionisti per eccellenza e data la tipologia e l’atteggiamento degli utenti iscritti è di fatto lo strumento più utile per cercare nuovi clienti, in particolare se si lavora nell’ambito del B2B. Difficilmente infatti potremo imbatterci in perditempo; ma proprio la natura del social media richiede una particolare attenzione nello studio dei prospect e della strategia da applicare. Ecco allora alcuni suggerimenti che possono portare a ottenere risultati di valore trasformando i contatti in una fucina di opportunità commerciali e di business.

 

1. Creazione di un profilo potente e degno di fiducia

Il primo passo da compiere per avere successo su LinkedIn è prestare molta attenzione alla costruzione del nostro profilo a cominciare dalla foto. Niente foto con alcolici o troppo informali, ma nemmeno troppo seriose: un bel primo piano di una faccia sorridente funziona sempre. Scegliamo un’immagine di copertina che dica qualcosa su di noi e, meglio ancora, sul nostro lavoro. Registriamoci sempre con il nostro nome e cognome (lasciamo i nomignoli e i nickname ai nostri account privati su Facebook e Twitter); compiliamo i campi del nostro profilo con attenzione per evitare incongruenze e dedichiamo un occhio di riguardo alla compilazione del nostro sommario. Questo, insieme a foto, nome e ultime esperienze sarà il nostro biglietto da visita. Parliamo di cosa ci appassiona, in cosa consiste il nostro lavoro e controlliamo che non ci siano errori o refusi, onde evitare di dare l’impressione di sciatteria e scarsa attenzione.

 

2. Fare buon uso del motore di ricerca di LinkedIn

LinkedIn mette a nostra disposizione un motore di ricerca con una serie di filtri attraverso il quale non solo possiamo ricercare i nostri clienti, ma possiamo anche affinare la ricerca: basta scegliere le parole chiave corrette.

 

3. Studio dei prospect e delle loro abitudini

Una volta stilata la nostra lista di soggetti, passiamo alla fase di studio: che ruolo hanno in azienda? Quali sono i loro interessi? Cosa condividono? Trovare una risposta a queste domande ci aiuterà a conoscerli meglio e potremo usare queste conoscenze a nostro vantaggio quando li contatteremo. Il pregio di LinkedIn è proprio la possibilità di vedere il ruolo che ogni persona ha in azienda, in modo da aprire relazioni dirette proprio con le persone che ci interessano veramente.

 

4. Iscrizione ai Gruppi più adatti

Moltissimi commettono l’errore di scegliere i Gruppi cui iscriversi sulla base dei propri interessi; così se siamo degli esperti di SEO cercheremo gruppi che parlino di posizionamento sui motori di ricerca, se siamo dei social media marketer ci rivolgeremo a quelli di social media marketing e così via… Se procederemo così l’unico obiettivo che raggiungeremo sarà avere una chiara idea dei nostri competitor. Per sfruttare i Gruppi di LinkedIn per trovare nuovi clienti, invece, occorre iscriversi ai Gruppi cui sono iscritti coloro che si trovano sulla nostra lista. In questo modo avremo a disposizione altri contatti simili a loro e potremo cercare di entrare in rapporto condividendo contenuti o attraverso i commenti. Non si deve tralasciare anche il vantaggio di potere inviare messaggi diretti a tutti i membri dello stesso gruppo a cui si è iscritti, cosa che al di fuori dei gruppi è lecita solo se si è in contatto di primo grado con quella persona.

 

5. Contatto diretto e personale

Una volta individuate le persone con cui vorremmo entrare in contatto possiamo procedere all’invio della richiesta di collegamento. Ricordiamoci, però, che noi non conosciamo personalmente i nostri prospect, quindi meglio confezionare un messaggio su misura nel quale ci presentiamo evitando di cercare di vendere immediatamente i nostri prodotti e servizi. Valgono le regole delle pubbliche relazioni di base: se apriamo un dialogo con qualcuno che non conosciamo, innanzi tutto dobbiamo puntare a creare interesse, in modo da svilupparlo in un tributo di stima e fiducia. Una volta acquisiti attenzione e consenso, potremo iniziare a parlare del nostro business e di quello che abbiamo da offrire. Ma cerchiamo di farlo in modo interlocutorio: facciamo le giuste domande e proviamo a capire di cosa davvero può avere bisogno il nostro contatto. Magari identificheremo esattamente quello che gli serve e gli potremo fare una proposta perfettamente adattata alle sue esigenze.

Related posts

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top